Bohemian Rhapsody: il successo smisurato del biopic

-
29/12/2018

Bohemian Rhapsody: il successo smisurato del biopic

È Bohemian Rhapsody ad essere il film più visto in Italia nel 2018.

Il biopic di Bryan Singer ha conquistato gli occhi e soprattutto il cuore di milioni di spettatori con circa 18.900.000 euro di incasso solo in Italia. In questo modo Bohemian Rhapsody, supera addirittura gli Avengers.

Inoltre, il successo della pellicola è destinato ad aumentare.

Il segreto del successo

Ma cos’è che rende Bohemian Rhapsody un film così impareggiabile da tenere incollati al grande schermo anche gli spettatori meno appassionati?

Bohemian Rhapsody è un miscuglio di tanto amore per la musica, eccellente recitazione, chicche nascoste e una cura dei particolari quasi maniacale.

La musica

Come accennato, la musica è la vera protagonista di Bohemian Rhapsody. I live all’interno della pellicola sono estremamente curati, sono così realistici da riuscire a lasciare lo spettatore a bocca aperta, con la pelle d’oca onnipresente al solo ascoltare le prime note di Bohemian Rhapsody. Grazie alla sala cinematografica si ha la possibilità di sentirsi proprio come ad un concerto dei Queen. Per tale motivo è consigliabile guardare il film al cinema e non attendere l’uscita in DVD. Un aspetto interessante è quello di scoprire come la percezione della musica sia cambiata nel corso degli anni e delle generazioni facendo trasparire, in questo modo, una sorta di nostalgia (forse anche da parte delle nuove generazioni) per quelli che erano gli anni 70′ e 80′.

“La mia droga è il rock and roll, una droga che puoi governare”.

È proprio Freddie Mercury a dirlo.

bohemian-rhapsody-3

Rami Malek

È l’attore Rami Malek, la star della serie tv Mr. Robot ad interpretare il singolare Freddie Mercury. Si può solo immaginare l’immenso lavoro che c’è dietro la straordinaria performance dell’attore. Malek si è dovuto sottoporre ad una dieta particolare per essere in grado di imitare al meglio il frontman dei Queen e, naturalmente, è stato necessario imparare a parlare e a muoversi come Freddie. Inoltre, l’attore stesso si è preoccupato di affidarsi ad un coach per poter rendere giustizia alle movenze del cantante durante i live. I risultati sono stati senza ombra di dubbio del tutto sensazionali.

Tra l’altro, bisogna ricordare che le riprese di Bohemian Rhapsody sono state effettuate sotto lo sguardo attento di Brian May e Roger Taylor, rispettivamente chitarrista e batterista dei Queen.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Ebbene, Bohemian Rhapsody è uno di quei film che bisogna vedere almeno una volta nella vita, in grado di suscitare emozioni semplicemente uniche.

“Glielo dico io cosa abbiamo. Siamo quattro emarginati male assortiti che suonano per altri emarginati: i reietti in fondo alla stanza che sono piuttosto certi di non potersi integrare. Noi apparteniamo a loro.” (Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody)