Bollo auto non pagato: quali sanzioni si rischiano se si continua a circolare

Quali rischi si corrono se il bollo auto non è stato pagato e si continua a circolare? Ecco le sanzioni a cui potreste andare incontro.

Quali rischi si corrono se il bollo auto non è stato pagato e si continua a circolare? Ecco le sanzioni a cui potreste andare incontro.

Bollo auto 2018 non pagato

Cosa succede se avete dimenticato di pagare il bollo auto? Non avete idea di quali siano le sanzioni in cui potreste incappare? Partiamo subito con il dire che con la Legge di Stabilità del 2016 sono stati introdotte delle importanti novità che riguardano gli autovelox e i tutor. Questi ultimi, infatti, sono dotati ormai della capacità di rilevare non soltanto gli eccessi di velocità, ma anche le condizioni dell’assicurazione su un determinato veicolo tramite un semplice controllo sulla targa.

Dunque, non è semplice scampare ai controlli sull’assicurazione e, inoltre, non bisogna prendere sottogamba le eventuali sanzioni a cui si potrebbe andare incontro. Queste, infatti, potrebbero equivalere a multe molto salate, che partono da una base di 841 euro fino a superare i 3.000 euro.

Addirittura, se l’assicurazione continua a non essere rinnovata a 30 giorni dalla sua scadenza, è prevista la demolizione e la radiazione del veicolo. Cosa succede, invece, con il bollo auto? Si rischiano le stesse sanzioni se non viene pagato? E, inoltre, si può guidare un veicolo la cui ex tassa di circolazione non è stata pagata?

Rischi e sanzioniBollo auto non pagato: quali sanzioni si rischiano se si continua a circolare

A differenza dell’assicurazione, la valenza del bollo auto non è verificabile tramite controlli tecnologici, neanche se il controllo viene effettuato fisicamente da un poliziotto o da una Guardia di Finanza. Pertanto, il mancato pagamento del bollo non impedisce al conducente di circolare con il proprio veicolo.

Il controllo effettivo spetta, infatti, alle Regioni (o, nel caso di regioni a statuto speciale, all’Agenzia delle Entrate). Come si procede in questi casi? La Regione provvederà ad avviare un iter specifico per richiedere la riscossione dell’importo non versato del bollo auto.

In caso di bollo pagato in ritardo, è possibile usufruire di una riduzione delle sanzioni. Difatti, se il pagamento non è avvenuto entro i 12 mesi successivi alla scadenza, il contribuente potrà optare per un ravvedimento operoso. Quest’ultimo consentirà al diretto interessato di regolarizzare il mancato pagamento della tassa, al quale, però, andranno aggiunte delle sanzioni ridotte.

Ciò significa che la sanzione applicata sarà stabilita in base al tempo impiegato per mettersi in regola:

  • entro 2 settimane, la sanzione equivale allo 0,1% dell’importo per ogni giorno di ritardo;
  • entro 15-30 giorni, 1,5% dell’importo;
  • dai 31 ai 90 giorni, 1,67%;
  • entro 91-365 giorni, 3,75%;
  • decorso un anno o più, 30% di sanzione + interessi maturati per ogni semestre di ritardo.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.