Bonus 500 euro per 18enni, non sarà per tutti, ci sarà il limite ISEE dal 2019

Bonus 500 euro per 18enni: negli ultimi 2 anni circa, chi compiva 18 anni, e quindi diventava maggiorenne, aveva diritto al Bonus Cultura, il quale si trattava di una somma di 500 euro da spendere in oggetti, come i libri, ed attività legate alla cultura, come concerti e visite ai musei. I primi a beneficiarne furono i ragazzi che nacquero nel 1998. Però, le cose sono destinate a cambiare, e forse, non ci saranno più 18enni che potranno servirsi di un tale “regalo” offerto dallo Stato.

Cos’è il Bonus Cultura?

Per chi non lo sapesse, il Bonus Cultura fu introdotto dal governo Renzi, e si tratta di un’agevolazione per i giovani italiani e stranieri, risiedenti in Italia, che una volta diventati maggiorenni, hanno a sua disposizione 500 euro tramite l’applicazione “18app” per l’acquisto di libri scolastici e di lettura, biglietti per mostre, fiere, musei, aree archeologiche, spettacoli teatrali, concerti, cinema.

Addio al Bonus Cultura?

Nel disegno di legge di bilancio era stata già prevista una riduzione di 20 milioni di euro per lo stanziamento disponibile per Bonus Cultura dell’anno 2019, diminuendolo quindi da 290 milioni a 270 milioni. Ma c’è stata un’ulteriore modifica alla manovra che, dopo esser stata approvata dalla commissione Bilancio della Camera, pone ancora un altro limite massimo di 230 milioni di euro per tale bonus che presenta un meccanismo dove si dovrà tenere conto dell’ISEE dell’intero nucleo famigliare a cui appartiene il 18enne.

E la cultura?

Non temete, quei soldi saranno sempre impegnati nel settore della cultura: infatti i 40 milioni che sono stati sottratti al bonus saranno impiegati in altre attività culturali: “dal Fondo unico per lo spettacolo al sostegno di festival (+8 milioni di euro), cori e bande (1 milione di euro), dalle fondazioni lirico-sinfoniche a Matera (12,5 milioni di euro), da iniziative culturali in zone terremotate (3 milioni di euro) alla riqualificazione delle periferie, anche attraverso progetti di arte contemporanea (2 milioni di euro), dalla promozione delle arti applicate come moda, design e grafica (3,5 milioni), alla digitalizzazione del patrimonio culturale (4 milioni di euro)”.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.