Bonus Cultura 18app, cosa dice il nuovo Decreto

-
22/02/2020

Le ultime novità riguardanti il Bonus Cultura 18app sono state riportate all’interno del nuovo Decreto, di recente pubblicato sulla gazzetta ufficiale.

Bonus Cultura 18app, cosa dice il nuovo Decreto

Poco tempo fa ci eravamo lasciati con numerosi dubbi e tante incertezze relative al Bonus Cultura 18app di quest’anno, ma solo in questi giorni, sulla gezzetta ufficiale, è stato pubblicato un nuovo Decreto da parte di Dario Franceschini, attuale Ministro dei bene e delle attività culturali e del turismo. In tale documento sono stati chiariti alcuni punti relativi alla misura proposta dal governo Renzi,ed in particolare ci si sofferma maggiormente su tutti coloro che hanno compiuto 18 anni lo scorso anno, cioè nel 2019. Vediamo di seguito cosa bisogna sapere su tale misura.

Bonus Cultura 18app, nel nuovo Decreto maggiore chiarezza

Arriviamo subito al dunque: per tutti coloro che hanno compiuto 18 anni lo scorso anno, quindi tutti coloro nati nel 2001, c’è la possibilità di usufruire della misura del passato governo Renzi a partire dal 5 marzo 2020.

Come abbiamo detto in passato, con tale Bonus tutti i neo maggiorenni potranno acquistare biglietti del cinema, biglietti per concerti ed eventi culturali, ma anche libri e poter recarsi presso musei o parchi.

E ancora: potersi pagare corsi in cui imparare una lingua straniera, ma anche corsi di musica e di teatro.

Per poter usufruire di una simile misura tutti i giovani nati nel 2001 dovranno iscriversi al portale web 18app, nella quale saranno guidati attraverso tutte le istruzioni disponibili.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Infine, come abbiamo detto sopra, attualmente solo chi ha compiuto 18 anni nel 2019 potrà usufruire del Bonus, richiedendolo dal 5 marzo fino al 31 agosto 2020.

Per tutti coloro che compiranno o hanno già compiuto 18 anni nel 2020, e quindi ci riferiamo a tutti coloro nati nel 2002, non ancora si hanno informazioni chiare.

L’unica cosa che è possibile conoscere è che, con molta probabilità, potranno usufruire di un importo minore del previsto.

Molto probabilmente si parla di una somma di 300 euro.

 

Leggi anche:

Bonus Cultura 18app, ecco la petizione di modifica