Briatore: l’università è solo un parcheggio, non c’è futuro

L’università davvero non serve a niente? Ecco come difende Briatore il figlio e cosa ne pensa delle università

L’università è inutile? È inutile essere istruiti se pur si è pieni di soldi esattamente come il figlio di Briatore neanche è a conoscenza di tutto quello che ha? Flavio Briatore attacca il giornalista Massimo Gramellini: “Non sei laureato e fai la morale. Fai parte di colore che si sono trovati a lanciare i sampietrini protestando in favore della cultura”

L’università è inutile?

Purtroppo al giorno d’oggi una delle più brutte forse più vecchie questioni che attanagliano la nostra società è appunto l’educazione dei figli, che dai genitori molto spesso vengono visti come dei loro eredi, e non importa che sia un grande imprenditore o che possa essere l’ultima catena della società.

Fondamentalmente il genitore di oggi è egoista nel voler mettere alla luce un figlio proprio con lo scopo che questo segua la sua strada. Fin qui nulla di sbagliato, ma tornando al nostro discorso, il figlio di Briatore si ritroverebbe ad essere scombussolato da grande?

Falvio Briatore difende il figlio Nathan Falco

“Se uno ha una vocazione deve essere libero di assecondarla, ma a me non serve un laureato, mi serve uno che porti avanti quello che ho costruito: se mi serve un commercialista o un avvocato lo chiamo e gli pago la parcella”. La dichiarazione di Briatore senza dubbio scatena il putiferio, irritato dell’affermazione del grande imprenditore, il giornalista Gramellini afferma che le idee di Briatore sono esagerate paragonandolo “al politico contemporaneo che considera le competenze uno sfizio da tecnici e le conoscenze un impaccio al dispiegarsi della creatività”.

Insomma un dibattito che va a finire su tutti i social, su Istagram il grande imprenditore pubblica un post dove afferma: “L’università è un parcheggio per ventenni privi di futuro. I genitori, non sapendo dove piazzarli, li iscrivono a bizzarre facoltà dove hanno professori come tate! Poi imparano cose che nella vita non serviranno a meno che non abbiano uno zio cardinale o un cugino editorialista del Corriere. La condizione oggi per fare carriera è avere uno in casa che abbia fatto carriera ieri!!! Ho preso per questo Instagram spunti da Picca”.

Cosa dire? La cultura oggi come oggi è fondamentale e su questo non ci piove.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.