Caduta della stazione cinese Tiangong-1 sulla Terra, frammenti in Italia, ecco le città che verranno colpite

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 continuava a ruotare in modo irregolare, lo ha detto Claudio Portelli, dell’ufficio Space Situational Awareness dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

L’impatto avverrà quando si troverà a 120 chilometri dalla terrà

Il satellite sta scendendo in modo lento, l’orario di rientro nell’atmosfera di Tiangong-1 potrebbero interessare l’Italia.

Borrelli spiega, come riportato da Il Mattino: “La prima opportunità di rientro, domani 2 aprile, va tra le tra le 4.25 e 4.55 ora italiana, questa è la fascia che passa sotto la Sicilia. La seconda fascia va dalle 5.58 alle 6.28 e riguarda un’area compresa tra Roma, L’Aquila e Pescara fino a scendere verso Napoli, Avellino, Foggia e Barletta. La terza fascia invece ha uno spazio temporale che va dalle 7.30 alle 8, che tocca Toscana, alto Lazio, Umbria e Marche.

L’ultima fascia, dalle 9.02 alle 9.32, tocca Sardegna e parti della Sicilia e della Calabria. “Le ultime due fasce sono le meno probabili”, aggiunge Claudio Portelli, dirigente tecnologo dell’Asi.

Caduta della stazione cinese Tiangong-1: cosa succederà

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 rientrerà nell’atmosfera terrestre e, brucerà. Gli esperti hanno ipotizzato che la navicella spaziale Tiangong-1, si romperà durante il suo rientro in atmosfera e che alcune parti sopravvivranno al processo e raggiungeranno la superficie terrestre.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”