Caso vaccini: false certificazioni in Sardegna scoperte dai NAS

È stata una promessa che si è trasformata in realtà. Da quando fu annunciata la collaborazione dei NAS per il caso vaccini, le indagini hanno portato a risultati concreti. E’ comunque un’operazione che ha richiesto molto lavoro e molta attenzione anche perché non è facile verificare uno per uno tutti i documenti sui vaccini consegnati alle scuole italiane. Per il momento, i carabinieri del Nas hanno scoperto ben 55 irregolarità e così i genitori che hanno presentato le autocertificazioni false si ritroveranno presto a risponderne in tribunale.

False certificazioni in Sardegna

Siamo in Sardegna. In totale sono sette i genitori, tra mamme e papà, che sono già stati segnalati alla procura della Repubblica con l’accusa di falso ideologico in atto pubblico.

«In un caso abbiamo verificato che allo studente non era stato somministrato alcun tipo di vaccino – spiega il comandante del Nas di Cagliari, Davide Colajanni – Nelle altre situazioni, invece, mancavano alcune tipologie di vaccino oppure i richiami. Il reato ovviamente è lo stesso, visto che nelle autocertificazioni si parlava di percorso medico completato».

Un lavoro molto arduo

Parallelamente all’apertura delle scuole del 4 settembre in Italia, sono iniziate le indagini dei NAS. Si tratta di controlli a campione, più o meno in tutte le province, per verificare che le autocerficiazioni allegate alle iscrizioni degli alunni contenessero davvero informazioni reali. Non sono mancate delle situazioni dove i genitori dei vari studenti hanno dichiarato il falso.
Si conta in tutto di circa 2 mila accertamenti al giorno e già il 6 settembre le anomalie venute alla luce erano 15. In Campania, qualche giorno fa, è stato il presidente della Regione a svelare le prime irregolarità e la settimana scorsa gli stessi militari del Nas hanno fatto scattare due denunce in Lombardia, dove le scuole visitate dai carabinieri sono stati in tutto 91.

Caso vaccini: false certificazioni in Sardegna scoperte dai NAS ultima modifica: 2018-09-25T16:57:47+00:00 da Katia Russo

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.