Contante: rimborsi da dicembre per chi paga con bancomat o tramite App

-
11/08/2020

In vigore a dicembre i rimborsi sugli acquisti di servizi o beni, per chi limita il contante e paga con bancomat o tramite App, le novità.

Contante: rimborsi da dicembre per chi paga con bancomat o tramite App

In vigore dal 1° dicembre 2020 per chi effettua i pagamenti senza contante, con bancomat, carte di credito o tramite app, per l’acquisto di servizi o bene. L’annuncio arriva direttamente dal premier Conte, chiarendo alcuni aspetti del decreto Agosto

Contanti e rimborso a dicembre

Il decreto legge varato dall’esecutivo riprende la strada di quanto disposto nella legge di Bilancio 2020 sugli incentivi per chi opera i pagamenti tracciabili abbandonando il contante. Il premier Conte parla di un bonus fino a 2.000 euro, ma per la certezza bisognerà attendere la pubblicazione del decreto e attendere le disposizioni nel dettaglio per capire come avverranno i rimborsi e con quale frequenza saranno riconosciuti. Resta ancora da stabilire quali saranno i settori che permetterà di ricevere il rimborso.

Detrazione del 19% del costo sostenuto

Al momento sembra che chi pagherà con sistemi tracciabili potrà fruire di una detrazione del 19 per cento sull’importo delle spese effettuate. 

L’obiettivo è quello di eliminare il più possibile l’uso dei contanti, gli operatori nel frattempo si stanno adoperando per lanciare nuovi sistemi di pagamento, facili e intuitivi, pagando direttamente dal cellulare tramite app già conosciute come: Samsung Pay o Apple Pay. Si sta studiando un meccanismo che abbini il codice Iban allo smartphone. 


Leggi anche: Pensioni anticipate per lavoratori precoci: entro oggi 1° marzo 2021 la domanda per la certificazione dei requisiti

In riferimento alle spese effettuate tramite App, l’Agenzia delle Entrate in un recente interpello ha chiarito che le spese mediche pagate tramite APP, non basta solo la prova dello scontrino parlante, ma la CAF o al professionista abilitato, bisogna presentare anche l’estratto conto bancario che evidenzia l’addebito della spesa sostenuta. Anche in questo caso, ci vorrebbe un miglioramento da parte dell’Agenzia delle Entrate per evitare un accumulo di documenti, anche considerando i grandi passi avanti che si stanno attuando per la semplificazione fiscale. 

È possibile approfondire qui l’argomento:  Spese mediche detraibili nel 2020: serve la prova del conto corrente

Va ricordato che il limite dell’uso del contante dal 1° luglio 2020 è stato ridotto a 1.999,99 euro, e dal 1° gennaio 2021 entrerà in vigore anche la lotteria degli scontrini. Il mondo della moneta elettronica diventa sempre più conveniente, ma bisogna fare molta attenzione ai truffatori sempre pronti a colpire.