Credono sia morta e la portano all’obitorio, si sveglia in cella frigorifero, ecco cos’è successo

-
03/07/2018

Una donna è stata dichiarata morta dai paramedici e trasportata all’obitorio, il problema è che non era morta, ecco cosa succede

Credono sia morta e la portano all’obitorio, si sveglia in cella frigorifero, ecco cos’è successo

Una donna sudafricana è stata dichiarata morta dai paramedici e trasportata all’obitorio, si risveglia in cella frigorifero, è stata salvata da un impiegato che eseguiva i controlli di routine, una storia incredibile.

Il direttore operativo della compagnia di emergenza medica privata di Distress Alert di Bradnick, ha replicato: “Nessuna prova di negligenza”. Il problema sostanziale è che la donna considerata morta dai due paramedici non era morta, è stata trasportata erroneamente nell’obitorio di Carletonville vicino a Johannesburg.

I due paramedici, hanno spiegato che la donna non presentava nessun segno di vita, il corpo era freddo e in stato di rigor mortis.

donna dichiarata mortaSpiegano che hanno seguito le nostre procedure, “non abbiamo idea di cosa possa essere successo”, ha dichiarato Bradnick, “tutti i test sono stati eseguiti: respirazione, polso e così la paziente è stata dichiarata morta”. Collocata in una cella frigorifero, è stata salvata da un impiegato che è venuto a fare i soliti controlli”.

La vittima è ora ricoverata in ospedale, sono in corso delle indagini per capire cosa sia successo realmente. Lo spavento è stato grande,  fuori dalla realtà.