Crisi di Governo, ultime novità: Salvini va di fretta e Grillo torna in campo

-
11/08/2019

Da alleati al Governo a nemici: lo scontro tra Lega e M5s diventa sempre più arguto. Salvini vuole subito pieni poteri e Grillo scende nuovamente in campo.

Crisi di Governo, ultime novità: Salvini va di fretta e Grillo torna in campo

La crisi di Governo è ormai diventata seria e non si torna indietro. Salvini ha fretta e vuole votare il prima possibile la sfiducia a Conte. Di Maio, invece, appoggiato da Grillo, vuole dare priorità al taglio dei parlamentari, in modo da allungare i tempi per le nuove elezioni. Intanto, Grasso e altri si schierano all’opposizione.

Crisi di Governo

Mentre Mattarella osserva silenzioso lo scontro tra i due vicepremier, i vari partiti si dividono in chi vuole il voto di sfiducia e chi vuole giungere ad un accordo con i grillini. Intanto, anche Beppe Grillo si esprime sulla situazione con un post sul suo blog in cui scrive:

“Dobbiamo fare dei cambiamenti? Facciamoli subito, altro che elezioni, salviamo il Paese […]”.

Grillo con le sue parole sembra voler indicare al Paese la via che il M5s seguirà in questo scenario politico preoccupante. Salvini, invece, si difende dalle accuse e dai paragoni sentiti in questi giorni tramite un tweet. “Non siamo più negli anni Trenta, nel nostro Paese non ci sono Hitler all’orizzonte e chi governa in Italia lo decidono gli italiani”, questo è quanto il leader della Lega scrive, riferendosi probabilmente a Papa Francesco o a Graziano Graziani, conduttore di Fahrenheit.

Salvini vuole a tutti i costi votare la sfiducia al Premier prima di ferragosto, ma a quanto pare la Lega è per ora l’unico partito disposto a farlo. A decidere come e quando verrà votata la mozione di sfiducia sarà la conferenza dei capigruppo, convocata per lunedì 12 al Senato e martedì 13 alla Camera. Nella stessa sede sarà valutata anche la richiesta del M5s riguardante la riforma sul taglio dei parlamentari.

Intanto, la crisi di Governo approda anche sui social. A soltanto due giorni dalla proposta di Salvini, la sua pagina Facebook sembra aver perso oltre 5mila followers. La pagina del Premier Conte, invece, ha acquistato ben 10mila fan. Che sia soltanto un caso? Probabilmente la motivazione è ben precisa e risiede proprio nelle vicende degli ultimi giorni.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Ti potrebbe interessare anche: Paragone choc Salvini-Hitler e non solo: il M5s lo paragona ad un giullare