Di Maio paga 70mila euro la giovane segretaria… sono questi i tagli?

-
19/07/2018

Stipendio di  70mila euro per la segretaria particolare del Ministro Di Maio. Le obiezioni dei media e social.

Di Maio paga 70mila euro la giovane segretaria… sono questi i tagli?

Stipendio da  70mila euro per la giovane segretaria  del Ministro Di Maio. Dopo i 100 giorni per arrivare ad un esecutivo, la figura internazionale sulla gestione e abbandono dei migranti in mare, il governo penta leghista continua a far parlare di se non tanto per azioni di governo, ancora scarse, ma per scelte legate al proprio staff.

 Chi è la prescelta?

segretaria di maio“La dottoressa Assia Montanino l’ho conosciuta 5 anni fa. È la figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai e ho avuto modo di conoscerla quando sono stato a far visita al padre per portargli la mia solidarietà. Era una giovane universitaria a cui decisi di dare una opportunità di tirocinio presso la mia segreteria di vice presidente della Camera. Negli anni si è distinta per la sua capacità di gestire situazioni complesse di segreteria. E posso assicurarvi che non ho mai conosciuto una persona più onesta e leale di lei” – questa la risposta sulla pagina FB alle polemiche da parte del Ministro Di Maio.

Come avviene la scelta di una segretaria particolare?

La segreteria particolare fa parte degli uffici di diretta collaborazione del ministro ed esercita ai sensi degli articoli 4 e 14, comma 2, del decreto legislativo n.165 del 2001.

Questa scelta ha comunque scatenato l’ira di media e social.

Cosa si obietta?

In genere si obietta per il valore del compenso in riferimento alla giovane età e presunta mancanza di esperienza. Tra i commenti più rilevanti e obiezioni rivolte al Ministro :

“Con tutto il rispetto per il padre e quello che ha dovuto e deve affrontare, che c’entra? Quale è la logica meritocratica? Sulla base di quali competenze ed esperienze? Solo perché ha lavorato bene quando Lei era vicesegretario della camera?

Anche un  presunto sostenitore del movimento ha dichiarato: “Pure essendo un sostenitore dei 5S devo dire che questa è stata una mossa sbagliata ancor più se fatta da quelli che dovrebbero essere i garanti della legalità. Non so se a questi posti ci si arriva per scelta diretta o per concorso”.


Leggi anche: Cashback e tassazione rimborsi in dichiarazione: le novità dall’Agenzia delle Entrate

Buon lavoro alla ragazza di Pomigliano e buona fortuna a chi si accontenta e spera di lavorare anche a meno di 5 euro l’ora!