Di Maio-Salvini: ecco perchè dobbiamo tifare per loro

-
19/05/2018

Una disgrazia può capitare in ogni famiglia ma non per questo si deve buttare via anche il bambino: lasciamolo crescere e casomai facciamo il tifo per lui.

Di Maio-Salvini: ecco perchè dobbiamo tifare per loro

Sgombriamo subito il campo da un equivoco: io non ho mai votato per nessuno di questi 2 partiti e quindi non ho nemmeno il conflitto di interessi.

Dobbiamo tifare per loro semplicemente perchè, oltre a rappresentare più della metà degli Italiani, al di fuori c’è il nulla assoluto.

E’ difficile ammetterlo per un uomo che per tutta la vita si è definito di sinistra, ma la sinistra è morta, non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Il PD dovrebbe sciogliersi e tornare alla sua vera denominazione: Democrazia Cristiana perchè ora che ha gettato la maschera possiamo vedere tutti che questa è la sua vera natura e di questo dobbiamo essere grati a Renzi che ce l’ha svelata.

La sinistra che si definisce di sinistra è rappresentata ormai da Grasso e dalla Boldrini e io mi vergogno anche a scrivere questi nomi, figuriamoci a sostenerli.

A destra c’è il Democristiano che più Democristiano non si può, un vecchietto di 83 anni che è il conflitto di interessi fatta persona, Silvio Berlusconi da Arcore, 

Va bene che tutti i giornali hanno dato la notizia che siamo il secondo paese più vecchio del mondo, ma non è una buona ragione per scegliere un premier ottuagenario e voglio tralasciare il resto.

Di Maio e Salvini: unica chance dell’Italia?

Ecco perchè i nostri 2 giovanotti sono l’unica speranza di questo paese, anche perchè l’uno fa da perfetto contrappeso all’altro.

Ho letto il loro programma e l’ho trovato totalmente condivisibile, era anche l’ora che qualcuno scrivesse qualcosa di intelligente, in Italia non accadeva da tempo.

Ora ci racconteranno che non ci sono i soldi per attuarlo: tutte balle perchè basterebbe smettere di mandare i nostri militari in giro per il mondo e azzerare la spesa per armamenti totalmente inutili per trovarli subito.

Questo avrebbe dovuto fare una vera sinistra che ormai ha perso assieme al treno anche il senso di esistere: Maduro in Venezuela dovrebbe convincere anche i più nostalgici e riottosi che questa pseudo sinistra non è solo inutile ma anche pericolosa.

E non basta nemmeno il pessimo esempio della Raggi a Roma perchè una disgrazia può capitare in ogni famiglia ma non per questo si deve buttare via anche il bambino: lasciamolo crescere e casomai facciamo il tifo per lui.