Divorzio anticipato: liberi prima della sentenza

Arriva il divorzio anticipato che permette di essere liberi già all’inizio del processo e senza attendere la sentenza.

La nuova legge che riforma il divorzio non porta novità solo sui criteri dell’assegno di mantenimento al coniuge ma introduce anche lo status di divorziato anticipato. Marito e moglie potranno considerarsi divorziati all’inizio del processo che porterà alla cessazione degli effetti del matrimonio sena attendere la sentenza, di modo da sentirsi liberi fin da subito e potersi anche risposare.

L’assegno divorzile, sempre secondo la riforma appena licenziata dalla Commissione Giustizia, sarà calcolato sulla durata non del rapporto matrimoniale ma della convivenza. Se marito e moglie, quindi, prima del divorzio hanno vissuto per un lungo periodo separati, tale periodo non sarà preso in considerazione per il calcolo dell’assegno divorzile.

L’assegno di divorzio, inoltre, verrà revocato nel caso l’assegnatario inizi una nuova relazione stabile (anche se questa poi cessa).

Se, poi, la motivazione del mantenimento è dovuta alla mancanza di occupazione del coniuge più debole economicamente l’assegno può essere anche a tempo determinato, ovvero in attesa che il coniuge assegnatario trovi un’occupazione.

Il deputato di Forza Italia Bertozzi spiega che con il divorzio anticipato “concediamo la possibilità che il tribunale emetta una sentenza immediatamente. Quindi senza attendere l’esito del giudizio di divorzio che può durare anni. Con questo emendamento noi rendiamo le persone libere: dal momento in cui il ricorso è depositato e il presidente fisserà l’udienza presidenziale, già in quella fase potrà intervenire sul punto e quindi pronunciare sullo status. Credo sia una battaglia di civiltà”.

Per approfondire leggi anche: Nell’assegno di divorzio bisogna tenere conto del tenore di vita? A decidere la Cassazione

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.