Ecco le regole per circolare sulle strade con i monopattini

-
05/01/2020

I monopattini dal primo gennaio vengono considerati biciclette.

Ecco le regole per circolare sulle strade con i monopattini

Ci sono delle regole ben precise, i monopattini dal primo gennaio vengono classificati come biciclette, non devono avere potenza massima superiore ai 500 watt e non devono superare i 20 Km/h, e senza patente. La legge è stata approvata nonostante ci sia stata la disapprovazione alla legge dal ministero dei trasporti e dell’interno.

Vediamo bene quali sono le nuove regole che regolarizzato i monopattini

Dal primo gennaio i guidatori di auto, moto e camion, devono fare attenzione anche ai monopattini, prima, se li trovavano sulla loro strada venivano considerati fuorilegge, oggi se li investono sono guai. I monopattini secondo il comma 75 stabilisce che se rientrano nei limiti della potenza e della velocità, sono definiti uguali ai velocipedi.

Ribaltata completamente la legge di un anno fa, la norma vietava l’utilizzo dei monopattini nelle aree pubbliche e nei centri abitati. Ora invece è stato ribaltato tutto dando pieno potere di circolare come le biciclette, quindi dappertutto tranne che su autostrade, su strade extraurbane e le aree pedonali. Abolito anche l’obbligo precedente di avere il patentino AM per i minorenni per ciclomotori.

Il fatto che siano messi a parità delle bici, il loro uso si allarga anche nelle zone pedonali dove viene consentito l’uso di pedalare. Ci sono però a tutto questo, punti oscuri della norma, l’Asaps mette in risalto che l’emendamento della legge di bilancio che i monopattini possano essere equiparati ai ciclomotori per tutti quelli che superano sia la potenza che i limiti di velocità imposti dalle norme.

Quindi, si potrebbe dedurre che per usare questi monopattini si dovrebbe essere coperti da assicurazione, avere la targa e la patente, portare il casco, e le sanzioni amministrative potrebbero arrivare per queste mancanze fino a 5mila euro.

Fino al 31 dicembre solo alcuni comuni avevano dato l’ok alla circolazione di questi monopattini, gli altri no, il motivo, la sicurezza, ma ora che la circolazione è stata liberalizzata, ci possono essere molti rischi di causare incidenti o ferire persone, o essere investiti.


Leggi anche: Smart working per statali: ipotesi anche dall’estero

Tutto questo legato a degli obblighi, i 20 km/h come massimo della velocità e i 500 watt come potenza. Sarebbe bene come prevede il DM che la velocità massima nelle aree pedonali sia del 6%.