Elezioni europee 26 maggio 2019: come esprimere la preferenza senza rischio che venga annullata

Elezione europee 26 maggio 2019: attenzione a come scegliete le preferenze o rischiate di annullare tutte quelle successive alla prima.

A poco più di una settimana dalle elezioni europee del 26 maggio 2019 cerchiamo di capire per cosa si vota e come esprimere la nostra preferenza all’interna del seggio elettorale.

A votare sono chiamati 28 stati, non tutti lo stesso giorno, anche se poi lo spoglio delle schede avverrà in contemporanea nella notte tra il il 26 e il 27 maggio in tutti i Paesi europei.

In Italia siamo chiamati a rinnovare i 73 membri del Parlamento europeo che ci rappresentano.

Quanti parlamentari ogni circoscrizione?

L’Italia per queste elezioni viene divisa in 5 circoscrizioni ad ognuna delle quali spetterà un certo numero di parlamentari eletti. Vediamo quali sono le circoscrizioni e quanti parlamentari saranno eletti in ognuna di esse:

Circoscrizione Nord Ovest che comprende Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia nella quale saranno eletti 20 parlamentari

Circoscrizione Nord Est che comprende Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna nella quale saranno eletti 15 parlamentari

Circoscrizione Centro che comprende Toscana, Lazio, Marche e Umbria nella quale saranno eletti 15 parlamentari

Circoscrizione Sud che comprende Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria nella quale saranno eletti 18 parlamentari

Circoscrizione Isole che comprende Sicilia e Sardegna nella quale saranno eletti 8 parlamentari.

Elezioni europee: come esprimere la preferenza

Per esprimere il proprio voto è necessario apporre una X sul simbolo del partito scelto. E’ poi possibile (ma si può anche non farlo) aggiungere a fianco della lista che vuole scegliere tre righe per l’espressione di altrettante preferenze scrivendo il cognome (e se vuole anche il nome) dei candidati prescelti.Ma bisogna fare attenzione nalla scelta dei nomi da aggiungere alla proprie preferenze poichè è previsto un vincolo: se si danno più preferenze bisogna scegliere candidati di genere diverso. In altre parole se si danno due preferenze bisogna scegliere un uomo e una donna; se si danno tre preferenze due uomini e una donna oppure due donne e un uomo pena la cancellazione delle preferenze successive alla prima.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.