Elezioni politiche 2018: trionfa la protesta: è STALLO!

-
05/03/2018

Le elezioni del 4 marzo hanno evidenziato un’Italia spaccata in due e un Paese ingovernabile.

Elezioni politiche 2018: trionfa la protesta: è STALLO!

5 Stelle oltre il 31% e primo partito, la Lega primo partito di destra, Renzi sotto il 20%, ma il paese è ingovernabile.

Gli elettori di fatto pensionano Berlusconi, intorno al 14%, affidando la guida del centrodestra a Salvini.

La sinistra di Bersani, D’Alema e Grasso ininfluente al 3,5%, un’ottima occasione per smettere con la politica.

Renzi a 43 anni è già un ex e porta i PD ad un disastro abbondantemente annunciato.

Gli Italiani sono andati a votare in massa per dire il loro Vaffa ad una politica che non si occupa dei problemi della gente.

Ma pochissimi giornali hanno colto lo scenario allucinante che si prospetta: l’Italia divisa nettamente in  in due, con il  Nord e il centro al centrodestra e il Sud al centrosinistra.

La gente non crede più a Renzi e Berlusconi che le sparavano grosse ma crede a Di Maio e Salvini che le sparano più grosse.

Il prossimo che dirà più qualsiasi cosa per tutti avrà in mano il Paese e questo mi ricorda tristemente scenari già visti.

Leggi anche: Elezioni 4 marzo 2018: Femen al seggio di Berlusconi ‘Sei scaduto’,