Episodi di bullismo, responsabili i genitori anche per chi guarda, la sentenza

Episodi di bullismo, responsabili i genitori anche per chi guarda, la sentenza che fa molto discutere.

Il bullismo si diffonde sempre di più in tutti gli ambienti, una sentenza che ha fatto molto discutere e la numero 26595 dell’11 giungo 2018 della Corte di Cassazione. La sentenza stabisce:

  • la responsabilità per danni dei genitori in relazione a episodi di bullismo;
  • è fonte responsabilità anche la presenza a un episodio di bullismo, senza dissociarsi; così come il minimizzare l’accaduto, classificandolo un “semplice scherzo”;
  • la scuola, se avvisata dai genitori della vittima di bullismo, ha il dovere di attivarsi (pena la cd. culpa in vigilando oppure culpa in educando).

Bullismo: ecco chi paga i danni

Nei casi di Bullismo a risponderne in sede penale sono direttamente i minorenni che hanno compiuto 14 anni, se imputabili. E il pagamento dei danno sono sempre i genitori anche dei fatti che dei ragazzi che hanno assisito all’episodio di bullismo, senza dissociarsi.

Secondo i giudici per evitare il risaricimento, devon dimostare di non aver potuto far nulla per impedire l’evento . I giudici stabiliscono, che il comportamento stesso del ragazzo dimostra le mancanze educative dei genitori. Quindi, diventa quasi inutile cercare di provare il contrario.

Ancora bullismo: un 14enne si toglie la vita

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”