Eros Ramazzotti, stop al Tour: sarà operato

Brutte notizie colpiscono i numerosissimi fans di Eros Ramazzotti, lo stesso cantante, ha sospeso il tour, ecco perchè.

Brutte notizie colpiscono i numerosissimi fans di Eros Ramazzotti, lo stesso cantante, tramite il suo profilo Instagram, ha annunciato lo stop del suo Tour a causa di un problema alle corde vocali. Lo stesso artista ha rivelato la necessità di interrompere il Vita ce n’è World Tour per dedicarsi alla sua salute. La tourneè comprendeva più di 80 concerti in giro per il Mondo proprio per celebrare i suoi 35 anni di carriera. Purtroppo, ed è la cosa che più inquieta i fans, è che tutti gli eventi sospesi sono da data da destinarsi.

Eros Ramazzotti: sospeso il Tour

Lo stesso cantante ha dichiarato che alla fine della prima fase del Tour ha dovuto necessariamente fermarsi per farsi operare alle corde vocali per un problema di ispessimento. Dovrà stare fermo almeno due mesi, ma giura di tornare a cantare più forte di prima.

Per quanto riguarda i tempi di recupero totali, il cantante ci vuole andare piano, dichiarando che le previsioni attuali sono che ritorni a cantare in Europa, dando una data indicativa dell’11 luglio a Locarno. Mentre invece per le tappe che si dovevano tenere nel nord, nel centro e nel sud America, cercherà di recuperare tutte le date per l’anno prossimo.

Il problema che ha avuto Eros Ramazzotti è un problema che spesso colpisce i cantanti con molti anni di carriera, ed è un problema che non va sottovalutato e che colpisce specialmente quando si sottopongono le corde vocali, a periodi molti intensi.

Ricordiamo che il Tour era partito il 14 febbraio da Mantova, poi era volato a Monaco e Colonia, registrando sempre il tutto sold out. Poi ancora tappa a Milano, Roma, Lione, Madrid, Barcellona, Parigi, Zurigo e Bruxelles. In ultimo, prima di fermarsi e aver conquistato l’Europa, era volato negli Stati Uniti, e precisamente si era esibito insieme a Luis Fonsi, con cui ha scalato le classifiche con il brano “Per le strade una canzone” a Miami.

Poi il problema alle corde vocali, e da qui l’annuncio dello stop del Tour.