Esenzione ticket 2018 per fascia di reddito, patologie e disoccupati: ecco come fare richiesta

Esenzione ticket 2018 vi sono diverse fasce di reddito per poter richiedere l’esenzione, e diverse condizioni come la disoccupazione o il percepire un assegno sociale: ecco tutte le novità

Vi sono diverse modalità per poter accedere all’agevolazione delle esenzione ticket.

L’esenzione ticket da la possibilità al cittadino che si trova in condizioni economiche disagiate, o in altri tipi di condizioni, di poter essere esente dal pagamento del ticket obbligatorio previsto.

Usufruiscono delle esenzioni ticket i bambini al di sotto dei 6 anni e le persone anziane al di sopra dei 65 anni, chi è disoccupato o chi percepisce una pensione sociale.

Esenzione ticket 2018 per reddito

Esenzione ticket per reddito viene concesso in base al reddito complessivo della famiglia.

Quest’ultimo comprende il reddito prodotto nell’anno precedente compreso quello del coniuge, il reddito da fabbricati includendo anche quello della prima casa e la cedola secca.

Ci sono diverse categorie di esenzione ticket per reddito, vediamo quali sono:

  • Codice E01 per i bambini al di sotto dei 6 anni, gli over 65 e per chi appartiene ad un nucleo familiare con un reddito inferiore ai 36.151,98 euro l’anno;
  • Codice E02 per i disoccupati o per chi ha un reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro aumentabile a 11.362,05 euro con il coniuge a carico e 516,46 euro in più per ogni figlio a carico;
  • Codice E03 per chi riceve un assegno sociale;
  • Codice E04 per chi riceve una pensione minima con età superiore a 60 anni, per chi ha un reddito familiare al di sotto 8.263,31 euro fino agli 11.362,05 con il coniuge a carico e con 519,46 euro in più per ogni figlio a carico.

Certificati di esenzione valgono fino al 31 marzo, tranne per gli over 65 anni con esenzione E01, E03, E04 che è sempre valida.

Pensione ticket 2018 per i farmaci di fascia A

Per i farmaci di fascia è stato previsto un esenzione ticket ed è stata individuata una categoria di soggetti a cui è riferita questa esenzione. Per individuare se si fa parte di questa categoria bisogna rivolgersi all’ASL o agli uffici regionali competenti. Alcune regioni, invece, applicano una quota fissa per confezioni o per ricetta. I medicinali di fascia A sono gratuiti per tutti i cittadini, mentre i medicinali di fascia A con nota AIFA sono gratuiti solo per i soggetti indicati nella nota. I farmaci di fascia C sono invece a pagamento per tutti anche per chi ha una patologia cronica.

Pensione ticket 2018: Come fare richiesta

È compito del medico curante verificare se l’assistito fa parte dell’elenco apposito che dà diritto all’esenzione. L’elenco contiene tutte quelle persone che grazie alle informazioni congiunte tra Agenzia delle Entrate, SSN e INPS risulta esente dal pagamento del ticket per quella specifica prestazione sanitaria. Per i pazienti presente nell’elenco suddetto, il medico curante dovrà porre sulla ricetta il codice corrispondente di esenzione ticket: per età o per reddito, per disoccupati, gravidanza.

Se il paziente ritiene di aver diritto all’esenzione ticket, ma non è presente nell’elenco, può farne richiesta al Servizio Sanitario Nazionale con un’autocertificazione. Gli verrà rilasciato un certificato di esenzione ticket provvisorio.

Ticket sanitario

Esenzione ticket 2018: documenti da presentare

Per ottenere il certificato provvisorio per esenzione ticket oltre alla presentazione di un’autocertificazione, l’assistito dovrà compilare un modello su cui dovrà indicare il reddito familiare dell’anno precedente. I disoccupati dovranno indicare, invece, il centro per l’impiego dove sono registrati e l’impegno di comunicare la data di cessazione della disoccupazione. Tale documentazione dovrà essere corredata anche dal documento d’identità in corso di validità e la dichiarazione di consapevolezza delle conseguenze di carattere penale per rilascio di false dichiarazioni. Il certificato provvisorio per l’esenzione ticket ottenuto dovrà essere presentato al medico curante.

Esenzione ticket sanitario: quando dura l’esenzione per patologia? Scadenza e rinnovo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.