Fate attenzioni ai finti corrieri: chiedono soldi alla consegna

-
18/12/2019

Fate attenzione, in giro c’è la truffa dei finti corrieri, vi aggirano chiedendo soldi.

Fate attenzioni ai finti corrieri: chiedono soldi alla consegna

È il periodo di Natale e ci sono in giro tanti corrieri che effettuano consegne. Fate attenzione, non tutti sono veri corrieri, in giro ci sono parecchi truffatori che con la scusa di consegnarvi un pacco vi chiedono soldi approfittando spesso delle persone anziane.

Fate attenzione ai finti corrieri che stanno in giro, con la scusa di consegnarvi un pacco vi chiedono soldi

L’acquisto online ormai è diventato una moda e un’abitudine, ma figuriamoci adesso in corrispondenza del Natale quanti ce ne sono in giro ad effettuare consegne. È stata fatta più di una segnalazione che in giro ci sono anche dei corrieri truffatori, approfittano delle persone indifese e degli anziani per trovare una scusa e per farsi aprire, e con la scusa di consegnare un pacco chiedono soldi.

Purtroppo non è uno schema nuovo, c’è sempre stata in giro questa truffa, con le feste alle porte logicamente si intensifica. Sappiamo troppo bene che ormai con la vendita online il pacco in contrassegno non è più usato.

La truffa avviene così, il truffatore chiama a casa di un soggetto e si assicura che trattasi di persona anziana e che sia sola a casa. Con la scusa di consegnare un pacco chiede dei soldi per rilasciare il regalo e qualcuno purtroppo ci casca, anche perché è Natale e ci può stare che qualcuno ci possa mandare un regalo. La scoperta della truffa esce fuori quando si va ad aprire il pacco e si scopre che il cartone che andiamo ad aprire è vuoto.

Un’altra truffa per ora segnalata per le vie di Roma e di un finto Babbo Natale che gira bussando alle porta sempre dei più deboli presentandosi come raccoglitore di offerte mandato dalla parrocchia per raccogliere delle offerte. Mentre ci si distrae per prendere qualcosa il finto Babbo Natale deruba la persona di quello che alla portata, qualunque cosa trova.


Leggi anche: Case all’Asta, boom di pignoramenti immobiliari per il Covid-19: + 63% nel secondo semestre 2020