Fine del mondo entro fine mese: ecco la profezia dei Maya

La profezia dei Maya vorrebbe la fine del mondo entro la fine di luglio: crederci o no?

Fine del mondo imminente secondo la nuova profezia dei Maya. L’apocalisse dovrebbe scatenarsi entro la fine di luglio 2019. Ma, ci si potrebbe chiedere, e l’altra profezia dei Maya che voleva la fine del mondo il 12 dicembre 2012? Solo un errore degli studiosi che hanno mal interpretato la profezia, molto più realistica oggi perchè confermata da quanto sta accadendo in Oriente.

Fine del mondo secondo i Maya

Ovviamente ci sono due correnti anche per questa nuova profezia di fine del mondo: molti l’hanno presa come una cosa veritiera mentre la maggioranza(compresa la sottoscritta) l’hanno categorizzata come un’ennesima bufala.

Le prove di un’imminente apocalisse, ovviamente sono davvero esigue ma un presagio proveniente dall’Oriente rafforzerebbe la teoria.

In Oriente, dopo il ritrovamento di 3 pesci morti sulla spiaggia sono stati interpretati come un presagio nefasti. Per i Maya, teoria rafforzata dal presagio nefasto, durante il mese di luglio che stiamo vivendo vi saranno diverse catastrofi che porterebbero alla fine del mondo, come inondazioni, terremoti e tsunami.

Il mondo negli ultimi anni sarebbe dovuto finire diverse volte, ma siamo ancora qui a scrivere dell’imminente fine del mondo a riprova che anche le profezie dei Maya sono poco affidabili.

Nonostante questo sono molti a dubitare di questa nuova profezia soprattutto dopo l’eruzione dello Stromboli (una delle catastrofi profetizzate).

Fine del mondo? Magari è il riscaldamento globale

Invece, però di fossilizzarci sulle teorie della fine del mondo sarebbe il caso di riflettere che anche l’eruzione del vulcano degli ultimi giorni potrebbe dipendere dal riscaldamento globale (che potrebbe davvero portare all’apocalisse).

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.