Attilio Fontana: Lapsus o verità: “razza bianca a rischio?”

-
17/01/2018

L’ex sindaco di Varese Attilio Fontana con le sue dichiarazioni sugli immigrati, ha lasciato tutti senza fiato. Forse nessuno si aspettava una reazione così dura su un tema tanto delicato.

Attilio Fontana: Lapsus o verità: “razza bianca a rischio?”

L’ex sindaco di Varese Attilio Fontana durante la trasmissione di Radio Padania si mostra decisamente preoccupato per le sorti del nostro Bel Paese. Tanto, da temere l’occupazione da parte degli immigrati di tutto il territorio italiano. Frasi concitate dal tono forte e deciso si susseguono a raffica, rimbalzando da una rete all’altra. Fontana – afferma – “la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate“.

Attilio Fontana dichiarazioni shock o lapsus?

Il futuro candidato governatore della Lombardia denominato il “leghista moderato”, un politico motivato, serio e preparato, ex sindaco di Varese e d’Induno, stringendo un’alleanza con Matteo Salvini, ne ha abbracciato l’indole. Tanto, da separare “le acque” navigando in un mare dagli abissi torbidi. Nulla che lasci intravedere il temperamento dell’uomo parsimonioso e mite di un tempo.

Secondo quanto riportato da “la Repubblica”, il leghista ha esposto le sue considerazioni trattando la questione degli immigrati. Il tutto si è svolto durante la trasmissione Radio Padania nel collegamento “sulla strada della libertà” diretto da Roberto Maggi. Nel corso del programma radiofonico, la conversazione ha preso letteralmente “fuoco” in seguito a una semplice domanda in tema d’immigranti.


Leggi anche: Indennizzo commercianti 2022: importi e requisiti Inps, come funziona

Attilio Fontana si scaglia contro lo Stato italiano

Senza girarci intorno, con parole evasive per smussare gli angoli, secco -ha risposto-, focalizzando il punto sulla serietà del governo italiano, non doveva permettere l’ingresso ai milioni d’immigrati accolti ogni giorno. Ai quali viene fornito assistenza, casa, lavoro, scuola il tutto senza il consenso del popolo italiano.

Affermando a voce forte e decisa nei microfoni radiofonici, l’ex sindaco di Varese, esprime chiaro il concetto che è arrivato il momento di reagire, poiché la realtà di fatto impone un ragionamento razionale e logico. Non si tratta di uno scudo che rifletta questioni xenofobe o razziste, – precisa – ma bensì di un problema reale che pone un occhio aperto sulla nostra storia. La questione è tanto seria quanto veritiera, secondo le affermazioni di Fontana, la civiltà italiana potrebbe scomparire, con il sopraggiungere di un’islamizzazione fino a oggi poco valutata.

Un pensiero esploso, lasciando nello stupore un po’ tutti. Successivamente, sono seguite le precisazioni di Fontana nell’ammettere, che in quel momento è sopraggiunto un lapsus del tutto espressivo. Sostanzialmente, voleva evidenziare il problema sulla riorganizzazione degli immigrati, valutando un’accoglienza fatta in modo congruo nel rispetto della società italiana.

Una serie di affermazioni che di certo, non hanno lasciato nessuno indifferente. Tanto, che le polemiche rimbalzano a destra e a manca a catena su ogni canale.