Genitori separati e vacanze dei figli: a chi spetta sostenere la spesa?

-
30/05/2019

Chi è tenuto a sostenere la spesa della vacanze dei figli se i genitori sono separati? Vediamo cosa dice la legge.

Genitori separati e vacanze dei figli: a chi spetta sostenere la spesa?

Buongiorno, 

sono una mamma separata legalmente ed ho 2 figli. Il maggiore, che ha appena compiuto i 18 anni, ha espresso il desiderio di trascorrere parte delle vacanze estive con gli amici. Il padre mi ha detto chiaramente che non parteciperà alla divisione della spese per la vacanza e, quindi, mi chiedo se legalmente posso fare qualcosa per far valere i diritti di mio figlio.

Quando una coppia si separa a farne le spese di solito sono i figli, sia a livello affettivo che a livello economico. Con il separarsi dei genitori, infatti, molto spesso viene a mancare la stabilità economica e i figli sono, spesso, chiamati a fare rinunce e sacrifici.

I due genitori, però, seppur separati devono concorrere, in base alla propria situazione economica alle spese scolastiche, mediche e di svago dei propri figli.

Escludendo, quindi, le spese scolastiche e mediche, le spese straordinarie comprendono anche lo svago e il divertimento dei ragazzi e dei bambini, tra cui rientrano spese dedicate alla cultura, allo sport ma anche al divertimento.

Tra le spese straordinarie rientrano anche le spese dedicate alle vacanze dei figli, che come logico, finchè son piccoli trascorrono le vacanze con i genitori ma crescendo avanzano l’esigenza di poter fare vacanze in autonomia.


Leggi anche: Bonus casa 2022: proroga, agevolazioni e legge di bilancio

Chi è tenuto a sostenere questa spesa? Rientrando le spese per le vacanze nello svago, in teoria dovrebbero concorrere entrambi i genitori a sovvenzionare il figlio per le vacanze con gli amici, ma le spese di natura ludica vanno concordate preventivamente e per essere divise tra i due genitori è necessario che entrambi siano d’accordo a sostenere tale spesa.

Partendo dal presupposto che non perchè si è separati si debba limitare i propri figli nelle esperienze, se il suo ex marito non è d’accordo a sostenere la spesa della vacanze di vostro figlio (spesa che appunto per essere divisa deve essere preventivamente concordata) non può imporgli il pagamento della metà del costo della vacanza.

Per approfondire leggi anche: Genitori separati: il figlio può decidere con quale vivere?