Ginecologa tira troppo il neonato durante il parto, rimane decapitato con la testa dentro la pancia della sua mamma.

-
12/05/2018

bimbo decapitato durante il parto, la dottoressa ha tirato troppo forte il corpo dalla pancia della madre

Ginecologa tira troppo il neonato durante il parto, rimane decapitato con la testa dentro la pancia della sua mamma.

Una dottoressa ginecologo, commette un errore fatale, racconta il giornale Sun.

All’ospedale di Dundee, in Scozia, una donna si presenta in condizioni di urgenza, il bimbo nella pancia, stava in posizione podalica, e aveva bisogno di un intervento cesareo.

Vaishnavy Laxman, una donna di 41 anni, ha vissuto momenti di completo terrore. La dottoressa che doveva salvare il suo bimbo, ha tirato il corpo del neonato troppo forte durante il parto e ha decapitato il bambino. Abbastanza conosciuta come ginecologo, la dottoressa, professionista del NHS, ha completamente staccato la testa al piccolo neonato, durante il parto. Praticamente, la testa del bambino è rimasta dentro la pancia della madre, questa ha necessitato un intervento di urgenza, per poter estrarre la testa, ricomporre il corpo e purtroppo salutarlo per sempre.

L’errore del medico che stronca la vita

L’errore è stato della dottoressa, avrebbe dovuto ricorrere ad un intervento cesareo, considerando le condizioni della gravidanza della donna, invece preferisce un parto naturale.

Dopo l’intervento di urgenza per estrare la testa rimasta nella pancia della mamma, la dottoressa ha dovuto dire la cruda verità. Mortificata dell’accaduto, doveva fare salutare il neonato dalla madre, questa volta per sempre.

Indagata la dottoressa adesso, in aula anche la madre disperata che non era di certo messa al corrente subito dell’accaduto. Sapeva solo che doveva fare un intervento cesareo, visto che il corpo del suo bambino era in posizione podalica.

Le disperate urla della donna, appena viene a sapere la verità, confermate da un’ostetrica


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Doveva essere una felice neomamma, invece adesso si trova a far fronte alle continue indagini sulla dottoressa che ha praticamente decapitato il suo bimbo. La mamma 41 enne, distrutta dal dolore, dice che i neonati sono molto fragile, ma il suo era ancora di più. Con il parto naturale si aggiungevano ulteriori danni, e che la dottoressa avrebbe dovuto sapere. La ginecologa, si assume ogni colpa, mortificata dell’accaduto, spiega che voleva evitare lo stress della mamma dovuto dall’ intervento cesareo, ma non avrebbe mai immaginato questo terribile incidente.