Imma Villani uccisa davanti alla scuola, il marito si suicida con la stessa arma

È stato ritrovato il corpo di Pasquale Vitiello, morto suicida con la stessa arma da fuoco con cui ha ucciso, senza un briciolo di pietà Imma Villani davanti alla scuola della loro bambina di 9 anni.

È morta Imma Villani dopo aver dato l’ultimo bacio alla sua bambina, che oggi è rimasta sola. Si chiude il cerchio, il padre Pasquale Vitiello dopo aver ferocemente assassinato la moglie si è ucciso, con la stessa arma da fuoco utilizzata per toglie la vita alla consorte.

Imma Villani, la storia dell’ennesima donna perseguitata dal marito

Dopo l’omicidio di Imma Villani avvenuto nella località di Terzigno nella provincia di  Napoli, i carabinieri stavano stanando tutto il territorio alla ricerca di Pasquale Vitiello, il marito della donna. Le indagini sono parse subito chiare. Il quadro agghiacciante portava forse la firma del marito, che all’atto dell’assassinio della moglie, risultava irreperibile.

Lo hanno ritrovato, morto. Si è ucciso utilizzando la medesima arma da fuoco, con cui ha tolto la vita alla moglie Imma, dinanzi alla scuola della loro bambina, nel giorno della festa del papà il 19 marzo.

La donna aveva accompagnato la sua piccola di 9 anni a scuola, sita nel quartiere di Boccia al Mauro, sembrava un giorno come un altro, poi il triste epilogo. L’uomo Pasquale Vitiello ha affrontato la donna fuori la scuola, per l’ultima lite, con freddezza incurante che a pochi passi era presente la loro bambina. Ha estratto l’arma da fuoco e con un sol colpo ha stroncato la vita di Emma. Morta per aver detto basta a un matrimonio che le pesava sulle spalle.

È fuggito in sella a uno scooter grigio. Dalle prime indagini sembrava un piano diabolico predeterminato, studiato a tavolino. Poi braccato dai carabinieri, senza una spalla su cui piangere è stato sopraffatto dalla realtà, forse è sprofondato nella verità. Troppo deve essere stato l’ingombrante peso del suo insano gesto, messo dinanzi alle sue responsabilità, colpevole di aver strappato una mamma dalla vita della sua bambina. Forse il troppo rimorso lo ha condotto verso l’unica porta aperta: il suicidio.

Pasquale Vitiello è stato ritrovato morto in un casolare nelle campagne di Terzigno nei pressi di via Vicinale Mauro Vecchio. Si è tolto la vita in un rudere di campagna con la stessa arma da fuoco che ha utilizzato per uccidere la moglie.

Leggi anche:

Maltrattamenti In Famiglia: Marito Segrega La Moglie Picchiandola Selvaggiamente Fino A Farle Perdere I Sensi

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein