Inghiotte una lumaca per una scommessa, muore 8 anni dopo

-
06/11/2018

Un ragazzo muore 8 anni dopo aver mangiato una lumaca, ecco cosa era successo

Inghiotte una lumaca per una scommessa, muore 8 anni dopo

Sam Ballard, 28 anni, ex giocatore di rugby, di origine australiana, è deceduto giovedì scorso dopo aver inghiottito una lumaca cruda per una scommessa, ben 8 anni fa. Il 28 enne aveva subito danni irreversibili.

Ecco la vicenda

Sam Ballard era un giovanissimo giocatore di rugby a Sydney, si trovava con gli amici 8 anni fa, quando per una stupida scommessa mangiò una lumaca cruda. Il ragazzo, non aveva pensato che quel folle gesto poteva avere conseguenze drastiche. Subito dopo aver inghiottito la lumaca cruda, Sam Ballard si ammalò, infettato dalla Cantonensis Angiostrongylus.

In poche parole si tratta di una specie di verme, trovabile nelle lumache che si nutrono delle feci di un ratto contaminato da microorganismi infettivi. C’è da sapere che le lumache gli ospiti ideali, dove le larve crescono fino a diventare infette.

Muore dopo aver mangiato una lumacaSam Ballard, dopo l’accaduto di quella maledetta sera è andato in coma per più di un anno, dopodiché si è risvegliato affetto da tetraplegia. Altri 3 anni dopo, Sam usci dall’ospedale grazie ad una sedia a rotelle, con forti convulsioni e alimentato da una sonda.

Due anni fa, la mamma del ragazzo presentò una richiesta di aiuto economico dallo stato australiano, e fu proprio allora che con grande stupore scopri che le condizioni di suo figlio, garantivano una copertura di ben 500.000 dollari di cure. Fortunatamente, nel 2017 la somma è scesa di parecchio, praticamente a 135.000 dollari, ma inutile perché il ragazzo aveva bisogno di cure da parte di un infermiere h 24. Proprio per questo motivo, adesso la mamma di Sam ha un debito considerevole che arriva a toccare ben 42.000 dollari.

Ma non finisce qui, perché le condizioni di salute di Sam sono peggiorate nelle ultime settimane, e dopo lunghi otto anni di lotta contro questa orribile malattia, il ragazzo è deceduto la scorsa settimana.

Cantonensis Angiostrongylus, è un parassita che provoca angiostrongyliasis, in poche parole sarebbe la causa più comune di meningite eosinofila nel Sud-Est asiatico e il bacino del Pacifico.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?