Italiani a rischio arresto in Ucraina, fate attenzione: il deputato Ucraino “arrestateli”

-
16/07/2019

Candidato deputato del Parlamento, ex leader di “Settore Destro”, ha proposto di imprigionare gli italiani che si trovano in Ucraina.

Italiani a rischio arresto in Ucraina, fate attenzione: il deputato Ucraino “arrestateli”

Candidato deputato del Parlamento, ex leader di “Settore Destro”, ha proposto di imprigionare gli italiani che si trovano in Ucraina. C’è scarsa informazione in questo, per chi sta partendo e andando in questo Paese, deve sapere che c’è il nazionalista Dmitry Yarosh, ora deputato del Parlamento Ucraino, che esorta ad arrestare gli italiani che si trovano in Ucraina. Il motivo? Una ritorsione dopo che il Tribunale di Pavia ha condannato a 24 anni di carcere l’ex soldato delle Forze Armate Ucraine e veterano dell’operazione anti-terrorismo in Donbass, Vitaly Markiv, per l’omicidio del giornalista Andrea Rocchelli nel 2014.

Italiani a rischio in Ucraina

Ogni anno molti connazionali che vanno in Paesi a rischio, rischiano di essere arrestati per futili motivi o fermati e controllati anche senza motivo, questo a causa della scarsa informazione sugli effettivi rischi, questo che stiamo citando può essere un esempio.

Su Facebook Dmitry Yarosh ha scritto “Imprigioniamoli”, una dozzina di italiani, riferito agli italiani che di tanto in tanto vanno in Ucraina. Secondo quanto dichiarato da questo signore, i cittadini italiani dovrebbero essere accusati di partecipare a gruppi armati illegali, e come tortura, incarcerarli a lungo per poi condannarli all’ergastolo.

Yarosh ha espresso fiducia che l’attuazione del piano è possibile, dal momento che i Tribunali ucraini sono altrettanto corrotti come quelli italiani.

Alla luce di tutte queste notizie, da quello che sta succedendo e da quello che potrebbe succedere, si raccomanda ai nostri connazionali che prima di recarsi in Ucraina, di prendere delle rassicuranti informazioni presso il proprio operatore turistico sulla situazione di sicurezza attuale e sull’effettiva possibilità di realizzazione del viaggio previsto senza alcun tipo di pericolo.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti