La mafia non uccide solo d’estate, ammazza anche la RAI in primavera

-
02/06/2018

La mafia non uccide solo d’estate, ammazza anche la RAI in primavera

Non sono molti gli Italiani che hanno ben compreso lo spaventoso pericolo a cui, con la nomina del nuovo governo. siamo per fortuna scampati, anche perchè in pochi si sono presi la briga di informarli.

Nei prossimi mesi ci saranno le nomine dei vertici di oltre 200 enti di primaria importanza, tra cui la RAI e lasciarle fare a Renzi e al suo Cerchio Magico sarebbe stato a dir poco delittuoso.

Quello che è successo in RAI in questi giorni è assolutamente scandaloso e ho preso in prestito il titolo del noto sceneggiato anche perchè in questo black out entra direttamente, anche se è solo la ciliegina di una torta lanciata direttamente sulla faccia degli Italiani.

Già nei giorni scorsi Fazio aveva chiesto di mandare in diretta quella che si profilava come una delle crisi politiche più gravi di sempre, che solo per un mero caso ha avuto un esito positivo, ma che, senza un concatenarsi di eventi favorevoli avrebbe potuto trasformarsi in una vera catastrofe, ma i vertici dell’azienda avevano opposto un netto rifiuto.

Ma che ieri, mentre si verificava un’autentico miracolo di importanza fondamentale per la vita di milioni di persone, si sia scelto non solo di non spostare un modestissimo sceneggiato ma addirittura di sforare di mezz’ora con la conseguenza che la trasmissione del principale commentatore politico RAI, Porta a Porta, è andata in onda a giochi strafiniti in un’edizione dimessa e ridotta che ha umiliato oltre al bravo giornalista anche i telespettatori e il servizio pubblico.

Nel frattempo per fortuna le dirette Mediaset, Sky e La 7  coprivano al meglio l’evento.

Ora io non mi permetterei di criticare chi non chiede nessun compenso e si ripaga solo con la pubblicità, ma sono con il sangue agli occhi se lo fa chi mi chiede un costoso canone e ha il dovere istituzionale di informare i cittadini.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Oggi un Gentiloni invecchiato di almeno dieci anni ha finalmente consegnato a Conte la campanella.

Quando parlo dell’arroganza del potere mi riferisco anche ad episodi come questo targato RAI.

Ragazzi (Penta Leghisti) ridate agli Italiani una speranza, cacciate questa gente, meglio se in malo modo.

Leggi anche: Canone Rai: siamo sudditi o liberi cittadini?