La solitudine ‘’costringe’’ Nonna Angela a cucire in mezzo al marciapiede, ecco la sua storia

-
22/07/2018

ecco la storia di nonna Angela

La solitudine ‘’costringe’’ Nonna Angela a cucire in mezzo al marciapiede, ecco la sua storia

La solitudine è brutta, non ha pietà e di solito morde da coloro che non hanno difesa. La solitudine è bugiarda, nelle tarde ore della sera, arriva sempre e ti sussurra all’orecchio che le tue serate saranno sempre cosi, è una vera e propria prigione. La solitudine, ti prende lentamente nella sua cella e poi chiude la porta dietro di lei.

Ecco la storia di una nonnina anziana di ben 98 anni.1531471993_5b486878c3708

Nonna Angela, una anziana di 98 anni, che ha creato una un vero capolavoro con i suoi centrini e presine fatte a mano. La signora anziana, vive nel quartiere Prati di Roma, che ha avuto il coraggio di combattere contro la brutta solitudine. Chi la vedeva li seduta sulla sedia, pensava che aveva bisogno di soldi, che tutti i suoi lavoretti erano solo per riuscire a guadagnare qualche soldino per mantenersi, invece dietro a tutto c’è una triste storia.

Il figlio della signora Angela, è rimasto senza parole quando ha visto le foto della madre in web, e ha deciso di spiegare la gente che sua madre non è una donna senza tetto o bisognosa. Non riusciva più a stare dentro casa, e fu cosi che un giorno decise di andare in strada, in questo modo poteva cucire e parlare tranquillamente con la gente. Ma non ha bisogno di soldi. Purtroppo, sempre più anziani soffrono di solitudine, una delle cose più brutte che esiste al mondo.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Stefano, il figlio della signora 98 enne, in un’intervista ha dichiarato:

‘’Mia madre non ha bisogno di aiuti economici, perché ha la pensione e ci sono io a prendermi cura di lei. Cucire la fa sentire attiva e lo fa per lei, non vuole stare in casa ma uscire all’aria aperta e vedere il movimento delle persone che passeggiano in strada. L’ho sempre lasciata libera’’.