Latte in polvere per neonati, contaminato da batterio killer, marche e lotti

-
01/04/2018

Latte in polvere per neonati contaminato da un batterio molto pericoloso, in particolari per i neonati prematuri o di due, tre mesi. Il prodotto è venduto in Italia: ecco i lotti ritirati.

Latte in polvere per neonati, contaminato da batterio killer, marche e lotti

Latti in polvere per neonati, contaminato da batterio “Cronobacter sakazakii“, ritirato immediatamente dal commercio in Germania, rischio grave per la salute. L’allerta è stata emanata dal RASFF, e ha avvisato un elenco di paesi che lo commercializzano, tra questi vi è anche l’Italia.

Latte in polvere ritirato dal mercato: marca e lotti

Numerosi catene di negozi in Germania, hanno ritirato alcuni lotti di latte in polvere per neonati Nephea HD Infant, prodotto dall’azienda Metax, per contaminazione del batterio Cronobacter sakazakii.

I lotti ritirati sono:

  • Nephea Infant – N/8016-INF con termine di scadenza 16.01.2019;
  • N/8038-INF con scadenza 07.02.2019;
  • NepheaHD Infant – NHD/8061-INF con termine di scadenza 02.03.2019.

Nella notifica dell’allerta RASFF numero 0857.2018 del 30/03/2018, ha indicato che il prodotto latte in polvere per neonati per l’infanzia Nephea, è distribuito nei mercati di Austria, Danimarca, Germania, Italia, Slovenia e Svizzera.

Il batterio killer: Cronobacter sakazakii, noto come Enterobacter sakazakii, è molto pericoloso, soprattutto per i neonati con meno di due mesi di vita o prematuri, possono provocare infezioni invasive come salmonellosi, enterocolite necrotizzante, meningite e sepsi.

Cibi contaminati: latte in polvere contaminato da salmonella