Libretto di Risparmio Postale: versare, prelevare senza costi

-
28/01/2020

Quante tipologie di Libretto di Risparmio Postale ci sono? È possibile riceve l’accredito della pensione? Controllare i risparmi online da pc, smartphone o app?

Libretto di Risparmio Postale: versare, prelevare senza costi

Il libretto di risparmio postale rappresenta senza dubbio la forma di risparmio che tantissimi italiani hanno utilizzato sia in passato che nel tempo contemporaneo. Seppure è cambiato nel tempo il modo di gestire i propri risparmi, Poste Italiane vanta ancora l’emblema di garanzia. In quanto, nel libretto di risparmio postale si custodiscono i risparmi in un posto “sicuro” assicurato dallo Stato, senza alcuna spesa. Infatti, il cliente che intende aprire un libretto postale non dovrà pagare al costo aggiuntivo per l’apertura del libretto, né per la gestione di tutti i movimenti futuri, senza tralasciare che il denaro risparmiato frutta dei minimi interessi.

Tuttavia, l’evoluzione ha trasformato anche quel modo di fare degli italiani nel risparmiare e custodire, e Poste Italiane si è inserita in un sistema che nel corso degli anni è diventato molto più complesso offrendo varie tipologie di libretti, in virtù delle esigenze dei clienti. Non solo, il libretto di risparmio incorpora anche una forma dematerializzata, ossia consente di prelevare o versare attraverso la Carta Libretto. Uno strumento che garantisce un prelievo o un versamento in forma gratuita, presso tutti gli uffici postali presenti sul territorio nazionale.

Perché scegliere un Libretto di Risparmio Postale?

Iniziamo nel chiarire subito che si tratta di libretti diffusi da Cassa depositi e prestiti S.p.A., assicurati dallo Stato italiano e gestiti da Poste Italiane. La prima differenza tra un conto corrente di un istituto di credito e il Libretto Postale è dovuta ai costi. Un conto corrente bancario costa all’incirca 34,20 euro, con l’aggiunta di una tassazione del 26%.  Il Libretto Postale non contiene costi di: apertura, chiusura, versamenti, prelevamenti, e commissioni varie. Inoltre, produce interessi attivi 0,01%, ossia assicura un rendimento minimo.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

 Quante tipologie di Libretto di Risparmio Postale esistono?

Poste Italiane garantisce 4 tipologie di prodotto, quali:

  • Libretto Smart;
  • Libretto Ordinario;
  • Libretto dedicato ai minori;
  • Libretto giudiziario.

È possibile gestire i propri risparmi direttamente online da pc, smartphone o app, dove in tutta sicurezza si può accedere per controllare il saldo o movimenti del Libretto Smart e Libretto Ordinario.

Attraverso il Libretto Postale Ordinario si possono eseguire tutte le operazioni inerenti a versamenti e prelievi, anche con l’utilizzo della Carta di Libretto in tutti uffici postali. Inoltre, con il libretto Ordinario si può ricevere l’accredito della pensione Inps e Inpdap, oltre a sottoscrivere Buoni fruttiferi presso gli uffici di Poste Italiane. Mentre, il Libretto Smart garantisce una gestione dei propri risparmi online, anche optando qualcosa di fruttifero. Infatti, attraverso il sito dedicato di Poste Italiano il cliente può bloccare del denaro al fine di sottoscrivere dei Buoni Fruttiferi Postali.