L’Iran attacca le basi aeree degli Stati Uniti, presenti soldati italiani, inizia la guerra

-
08/01/2020

Inizia la guerra fra Iran e Stati Uniti, lanciati più di una dozzina di missili dall’Iran, hanno colpito due basi aeree a ovest di Baghdad, dove è presente anche il contingente italiano.

L’Iran attacca le basi aeree degli Stati Uniti, presenti soldati italiani, inizia la guerra

L’Iran ha effettuato un attacco missilistico balistico contro le basi aeree che ospitano le forze statunitensi in Iraq, come rappresaglia per l’uccisione degli Stati Uniti del generale Qasem Soleimani. Più di una dozzina di missili lanciati dall’Iran hanno colpito due basi aeree a Irbil e Al Asad, a ovest di Baghdad, dove è presente anche il contingente italiano.

Secondo una prima stima ci sarebbero circa ottanta morti. 

Il presidente Trump in un twitter ha detto che andava tutto bene affermando che stavano valutando vittime e danni.

Le guardie rivoluzionarie iraniane hanno dichiarato che l’attacco è stato una rappresaglia per la morte di Soleimani  ucciso in uno sciopero missilistico fuori dall’aeroporto di Baghdad per ordine del presidente Trump.

In una nota: “Stiamo avvertendo tutti gli alleati americani, che hanno dato le loro basi al suo esercito terroristico, che qualsiasi territorio che è il punto di partenza di atti aggressivi contro l’Iran sarà preso di mira”. Successivamente il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha rilasciato una dichiarazione su Twitter, affermando che l’attacco era un’autodifesa e ha negato il tentativo di inasprire la situazione in guerra.


Leggi anche: Pensioni anticipate e APE sociale dai 63 anni: requisiti e vincoli, ecco chi rientra nella proroga della LdB20201

Aria di guerra tra Stati Uniti e Iran, ci sarà un altro Vietnam? La minaccia di una bomba nucleare è vicina

Fonte: bbc.com