Livia Giuggioli, moglie di Colin Firth, viveva nel terrore per colpa dell’ex amante

-
06/05/2018

Livia Giuggioli aveva paura del ex amante Marco Brancaccia, ecco perchè:

Livia Giuggioli, moglie di Colin Firth, viveva nel terrore per colpa dell’ex amante

La moglie di Colin Firth, Livia Giuggioli, viveva nel terrore per colpa dell’ex amante Marco Brancaccia.

La 48 enne Livia Giuggioli ha avuto una storia d’amore segreta con il grande giornalista Marco Brancaccia. Successe tutto nei momenti della separazione temporanea con Colin Firth.

Adesso il giornalista Marco Brancaccia, rischia 5 anni di carcere. Accusa grave, per il giornalista 55 enne che è stato già denunciato per molestie da Livia Giuggioli.

Minacce tramite messaggi: le prove ci sono

Per il tribunale ci sono prove a sufficienza per incastrare il grande giornalista che dovrà rispondere di fronte ai giudici.

Livia Giuggioli, dichiara che Marco Brancaccia la minacciava tramite messaggi e e-mail, sostiene che aveva terrore vero e proprio del giornalista, e che per colpa sua ha dovuto cambiare il suo stile di vita. Prove evidenti di stalking contro la vittima, adesso la polizia sta indagando sul giornalista che rischia anni pesanti di carcere. È stata già presentata una denuncia al tribunale di Roma, e sono state recuperate materiali di prova da casa del giornalista Marco Brancaccia. La Repubblica rivela la conclusione delle indagini, e che in realtà sono state una serie di messaggi, telefonate e addirittura foto di lui con la produttrice cinematografica. Il Giornalista Marco Brancaccia aveva mandato tutto a Colin Firth. Ma è stata questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha spinto la produttrice cinematografica a denunciarlo?

Le cose sembrano di essere più complicate di quello che sono.

Il giornalista dell’ansa, Marco Brancaccia, sostiene che anche se è stato accusato di molestie da Livia Giuggioli, in realtà sono stati solo un paio di messaggi, che la Giuggioli voleva lasciare il marito Colin Firth per lui, perché il loro matrimonio sarebbe stato finito da anni. Il giornalista Brancaccia, sostiene che Livia Gioggioli ha inventato tutto perché non voleva che la sua storia con lui uscisse alla luce del sole.