Lo Chef che cucina per 300 senzatetto premiato da Mattarella

-
22/02/2020

Lo Chef Dino Impagliazzo è un uomo di 90 anni che da 10 anni cucina per più di 300 senzatetto della capitale, diventando così lo Chef dei poveri.

Lo Chef che cucina per 300 senzatetto premiato da Mattarella

Una bellissima storia di solidarietà quella di cui vi vogliamo parlare, una storia che insegna come si apossibile aiutare chi è in difficoltà senza fare qualcosa di straordinario, ma semplicemente continuando a fare il proprio lavoro, e senza badare all’età. Il protagonista di questa bellissima storia è Dino Impagliazzo, uno chef di 90 anni che ha deciso di aiutare più di 300 senzatetto cucinando per loro ogni giorno nelle diverse stazioni ferroviarie di Roma. Lo chef, definito come lo chef dei poveri, è stato di recente premiato dal Presidente della Repubblica, Sergio Matterella, il quale lo ha definito come “un eroe dei nostri giorni”. Scopriamo di più sulla sua storia e cosa possiamo imparare da essa.

Chi è lo Chef dei poveri, un uomo di 90 anni al servizio dei senzatetto della capitale

Questa bellissima storia di solidarietà non è affatto recente, ma è piuttosto lunga: è nata ben 10 anni fa.

Durante questi lunghi anni, lo chef Dino Impagliazzo ha chiesto e ricevuto del cibo prossimo alla scadenza o in eccesso in dono da diversi commercianti e supermercati della Capitale.

Così, ogni giorno si alzava e preparava il cibo per tutti i senzatetto, assieme alla moglie Fernanda, assieme alla quale è sempre stato impegnato nel sociale.

In realtà, bisognerebbe dire che tutta la famiglia dello chef è sempre impegnata nel sociale: i due hanno quattro figli, tutti impegnati in tale ambito. Addirittura, uno di loro, Marco, è diventato presidente della Comunità di Sant’Egidio.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Ma non è finita qui: lo chef  è stato anche ospite presso l’Università LUMSA dove ha parlato agli studenti della sua esperienza di amore verso l’altro.

Due anni fa, nel 2018, ha anche ricevuto un premio davvero molto importante, ovvero il Premio Internazionale Cartagine 2.0 per la  categoria “Solidarietà”.

Tale premio è rivolto a tutti coloro che in Italia e in altre zone del mondo abbiano portato avanti un grande lavoro di diffusione della cultura e della conoscenza.

Quattro anni fa, poi, nel 2016 Dino Impagliazzo ha anche incontrato Papa Francesco. Questa è stata l’occasione per invitare il pontefice a servire la mensa giornaliera realizzata dallo Chef e da parte dei volontari della sua Associazione RomAmor Onlus.

Ma la mensa non è mai stata povera di personaggi noti: mesi fa, a fare visita lo chef 90enne ci ha pensato Chef Rubio, anch’egli impegnato nel sociale da tanto tempo.

Infine, l’ultimo onore lo ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha premiato altre 32 persone, donne e uomini, che sono stati capaci di distinguersi nell’ambito sociale grazie al loro operato.

Tutti sono stati definiti eroi da parte del Presidente, e sono proprio questi gli eroi di cui abbiamo bisogno.

 

Leggi anche:

Insultare Mattarella sui social è un reato molto grave: attenzione a ciò che scrivete