L’opuscolo shock «La razza bianca tollera meglio l’alcol», destinato ai ragazzi delle medie

-
11/05/2018

La razza bianca finisce come emblema in un opuscolo.

L’opuscolo shock «La razza bianca tollera meglio l’alcol», destinato ai ragazzi delle medie

L’alcol non viene tollerato nello stesso modo, c’è chi lo regge di meno chi di più. Tanti sono i motivi legati alla tolleranza dell’alcol, dai fattori fisici a quelli genetici, ma quello che fa più discutere è il caso dell’opuscolo destinato ai ragazzi delle scuole medie. In chiaro appariva una frase shock: “La razza bianca tollera meglio l’alcol”.

Una guida stradale male interpretata su alcol e razza bianca

Un opuscolo destinato a girare tra i ragazzi delle suole medie, fortunatamente bloccato in tempo. Il punto su cui ruotava la tollerabilità dell’alcol spiegata nel libricino era la razza. Infatti, sembra che il tutto sia legato alla razza bianca che a suon di dire reggerebbe meglio l’alcol.

Nelle scuole di Treviglio doveva girare un opuscolo contenente i parametri per una corretta educazione stradale, presentato all’amministrazione comunale della provincia di Bergamo che lo ha bocciato in toto. Non potevano di certo far circolare tra gli alunni delle scuole di secondo grado pubbliche e paritarie, un opuscolo che l’imitava la tollerabilità dell’alcol a una razza. C’è da dire che nel libricino non c’era alcun riferimento particolare a situazione che volessero riportare a forme di bullismo, ma solo specificamente sul diretto consumo dell’alcol.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Ragazzi alcol e scuola al centro del dibattito

La pubblicazione dell’opuscolo sulla “razza bianca” è stata sottoposta al vaglio del sindaco Juri Imeri, Pinuccia Prandina (vice), Antonio Nocera comandante della Polizia locale, dei dirigenti delle scuole medie ecc. La Prandina,  si è espressa su dettagli che lasciavano intravedere le “imperfezioni” dell’opuscolo. Il no della distribuzione agli alunni è arrivato secco dai presidi e docenti.

L’opuscoletto “Ragazzi&la strada” è stato realizzato dalla “FB comunicazione” di Bergamo. Il progetto è stato stabilito dalla società e il Comune. In sostanza, la FB  si è occupata di tutta la stesura circa 68 pagine per 2mila copie che non andrà mai distribuito ai ragazzi. Pare, che nessuno abbia avuto il tempo di visionare la bozza.

Sindrome Di Down, Si Laurea Con 110 E Lode E Già Pensa Al Futuro