Maturità 2020, quali scuole conoscono già la seconda prova?

-
22/01/2020

Tra pochi mesi tanti studenti italiani si ritroveranno ad affrontare l’esame di maturità 2020. Alcune scuole superiori possono già capire la materia della seconda prova.

Maturità 2020, quali scuole conoscono già la seconda prova?

E’ iniziato il 2020  e questo significa per molti studenti del quinto anno delle scuole superiori di affrontare il tanto temuto esame di maturità che ogni anno cambia e non si risparmia le tante novità che gettano ancora di più nella confusione i futuri maturandi. Siamo a gennaio e tra pochi mesi tanti ragazzi si ritroveranno seduti nella loro classe a sostenere una delle prime prove che caratterizzeranno la loro nuova vita. Dedichiamoci particolarmente alla seconda prova della maturità 2020, quella molto temuta dagli studenti. L’anno scorso si è pensato bene di presentare questa prova in versione multidisciplinare, ovvero far trattare agli studenti più materie che caratterizzano l’indirizzo di studi. Forse lo stesso accadrà anche quest’anno. Proprio per questo motivo la seconda prova è diventata una sorta di incubo per i futuri maturandi, ed è anche normale avere una certa paura e giocare d’anticipo. In particolare, facciamo riferimento a delle scuole che già conoscono la seconda prova d’esame grazie al fatto che il loro indirizzo si caratterizzi per una sola materia. Vediamo quali sono.

Seconda prova della Maturità 2020, quali scuole conoscono già la materia che uscirà?

Ovviamente si tratta di una cosa ipotizzata un po’ per logica e un po’ per intuito.

Iniziamo dall’arte e con Arti figurative la quale potrebbe avere come materia della seconda prova le Discipline pittoriche e/o discipline plastiche e scultoree.

Mentre, per Architettura e ambiente potrebbero esserci le Discipline progettuali architettura e ambiente

Per l’indirizzo di Design si è ipotizzato la materia di Discipline progettuali design.

Mentre per l’indirizzo Audiovisivo e multimediale si penserebbe alla materia di Discipline audiovisive e multimediali.

Per quanto riguarda l’indirizzo di Grafica anche qui si gioca in casa con discipline grafiche, mentre per Scenografia ancora discipline progettuali scenografiche.

Insomma, almeno per gli istituti di arte la seconda prova della maturità 2020 verterebbe sulle uniche materie che caratterizzano a pieno l’indirizzo scolastico.


Leggi anche: ISEE corrente 2021, novità sulle istruzioni: cos’è e come funziona

Passiamo agli istituti tecnici.

Per l’Istituto tecnico in Amministrazione Finanza e marketing – opzione generale (AFM) si ipotizza che possa uscire come materia della seconda prova economia aziendale.

Mentre per l’Istituto tecnico Meccanica, meccatronica ed energia – opzione tecnologie delle materie plastiche potrebbe essere la disciplina di Tecnologie meccaniche e plasturgiche, disegno e organizzazione industriale.

Per chi frequenta l’Istituto tecnico Trasporti e Logistica, articolazione Logistica potrebbe giocare in anticipo se si concentra di più sulla materia della Logistica.

Chi è al quinto anno di Istituto tecnico Trasporti e Logistica, articolazione Costruzione del Mezzo potrebbe ritrovarsi come materia della seconda prova struttura, costruzione, sistemi e impianti del mezzo.

Chi frequenta l’opzione Costruzioni Aeronautiche potrebbe fare i conti con la materia di struttura, costruzione, sistemi e impianti del mezzo aereo.

Chi è iscritto all’opzione Costruzioni Navali potrebbe affrontare la materia di struttura, costruzione, sistemi e impianti del mezzo navale.

Arriviamo all’Istituto tecnico Trasporti e Logistica, articolazione Conduzioni del Mezzo.

Quest’ultimo è diviso in opzione Conduzione del mezzo Aereo, e quindi significherebbe che gli studenti potrebbero occuparsi nella seconda prova della materia di Scienze della navigazione, struttura e costruzione del mezzo aereo.

Chi frequenta l’opzione Conduzione del mezzo navale potrebbe cimentarsi nella materia di Scienze della navigazione, struttura e costruzione del mezzo navale.

Mentre, chi è al quinto anno dell’opzione Conduzione di apparati ed impianti marittimi, potrebbe affrontare come materia della seconda prova della maturità 2020 Meccanica e macchine.

Passiamo agli istituti professionali.

Inziamo con l’Istituto Professionale dei Servizi Commerciali nel quale i suoi studenti si potrebbero ritrovare come materia le tecniche professionali dei servizi commerciali.


Potrebbe interessarti: Contact center INPS: numero verde dall’Italia e dall’estero

Chiunque frequentasse l’Opzione Promozione commerciale e pubblicitaria potrebbe giocare d’anticipo migliorandosi in Tecniche professionali dei servizi commerciali pubblicitari.

Tutti gli studenti dell’Istituto Professionale avente l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali, Articolazione Artigianato potrebbero ritrovarsi sul banco in quel giorno la matieria di Progettazione e realizzazione del prodotto.

Passando alla sua opzione di indirizzo e cioè quella di Produzioni artigianali del territorio la seconda prova della maturità 2020 potrebbe basarsi su Progettazione e realizzazione del prodotto come materia.

Arriviamo all’Istituto Professionale con l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali, Articolazione Industria – Opzione Produzioni audiovisive.

Qui la seconda prova verterebbe sulla disciplina di Linguaggi e tecniche della progettazione e comunicazione audiovisiva.

Infine, parliamo dell’Istituto Professionale indirizzo Manutenzione e Assistenza tecnica.

La materia della seconda prova potrebbe essere su Tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione.

Passando alle due opzioni, l’istituto si divivde in opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili, la cui possibile materia della seconda prova della maturità potrebbe essere quella di Tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione di apparati e impianti civili e industriali.

Mentre, l’altra opzione, quella di Manutenzione dei mezzi di trasporto, presenterebbe come materia della seconda prova quella di Tecnologie e tecniche di diagnostica e manutenzione dei mezzi di trasporto.

 

Leggi anche:

Novità scuola: ecco il calendario delle festività e degli esami per l’a. s. 2019/20