McDonald’s progetta ristoranti drive-through: ecco di cosa si tratta

-
21/06/2019

McDonald’s sta progettando ristoranti drive-through, vediamo di capire cosa significa.

McDonald’s progetta ristoranti drive-through: ecco di cosa si tratta

McDonald’s sta progettando ristoranti drive-through. Vediamo di capire cosa significa: in questi ristoranti sarà possibile fare ordini a software a comando vocale e friggitrici robotiche, lo scopo principale è quello di velocizzare il servizio e purtroppo, ridurre il personale. Di questa rivoluzione tecnologica, ne sono molto preoccupati in particolar modo i sindacati e gli stessi lavoratori che si vedrebbero sostituiti da robot. Necessariamente le preoccupazioni sono più che giuste, se passasse questo metodo porterebbe ad un grosso taglio dei posti di lavoro.

McDonald’s: il nuovo robot in cucina 

Al momento la società sta testando il software di riconoscimento vocale in un drive-trough in una piccola cittadina di Chicago, dove è in corso la sperimentazione avendo in uso un robot in cucina.

Questa nuova tecnologia è stata pensata e studiata per abbreviare i tempi di attesa dei clienti e combattere la concorrenza specialmente di fast food più piccoli e meno importanti. Le frequentazioni in questi tipi di ristorante sono calati dell’1% nei primi mesi dell’anno, e anche le altre catene di fast food si stanno organizzando anche loro all’automazione per accelerare le operazioni e ridurre i costi del lavoro in un contesto nel quale i salari minimi stanno aumentando e la disoccupazione, negli Stati Uniti, è ai minimi storici.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza e bonus Inps autoimpiego: i requisiti

L’anno scorso, Domino’s pizza, ha iniziato a testare il riconoscimento vocale per gli ordini telefonici, e altre catene stanno testando forni e lavastoviglie autonomi, insieme a robot che svolgono altri compiti meccanici in cucina, e sembrerebbe, dalle indiscrezioni che si riescono ad avere, che i risultati siano soddisfacenti.