Mojito in spiaggia: attenzione è pieno di batteri fecali, ecco perchè

-
08/07/2018

Mojito in spiaggia, pericoloso per la salute, è un nido di batteri: ecco perchè e a cosa stare attenti.

Mojito in spiaggia: attenzione è pieno di batteri fecali, ecco perchè

Il mojito è un cocktail alcolico, il più venduto nelle spiagge infuocate delle estati balneari. Un mix di origine cubana, composto da tante varianti di rum, zucchero di canna, succo di limetta, foglie di mentastro verde (hierba buena a Cuba), acqua gassata e tanto ghiaccio frantumato.

Una vera e propria moda, Mojito in spiaggiaquesto cocktail raggiunge il suo consumo massimo in estate. Cresce sempre di più il fenomendo di comprare bibite alcoliche mentre si è in spiaggia, si improvvisano venditori di cocktail con banchetti quasi in riva al mare o venditori ambulanti di cocktail, i più venduti sangria e mojito. I venditori ambulanti fanno concorrenza ai bar e ai locali, dove i prezzi sono molto più alti, ma risparmiare non è sempre una buona scelta. L’allarme che questi cockatil sono nidi di batteri, arriva da un’inchiesta pubblicata da uno dei principali quotidiani spagnoli El Pais.

I venditori ambulanti fanno concorrenza ai bar e locali dove i prezzi sono molto alti, ma pagare di meno non sempre è una buona scelta.

Allerta salute per acquisto Mojito in spiaggia

“i mojito venduti sulle affollatissime spiagge dell’estate spagnola da venditori ambulanti irregolari sono un vero e proprio “nido di batteri”.

Il quotidiano ha fatto analizzare mojitos, panini e sangria comprati sulle spiagge di Barceloneta, a Barcellona. Il risultato delle analisi è stato allarmante: nelle bevande sono stati trovati batteri fecali E.Coli in proporzioni “molto più alte di quelle consentite”.

Nel mojito è stato rilevato un valore di 720 coliformi, 72 volte superiore a quello autorizzato; nel panino con formaggio e prosciutto il valore era di 1.000 contro un valore di 6 mila coliformi contro il massimo consentito di mille.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Un’indagine che fa riflettere e limitare l’acquisto di alcolici in spiaggia da venditori ambulanti. I giovani sono quelli più esposti visto che per risparmiare qualcosa sono disposti a non considerare le esigenze igieniche, con rischi alla salute.

Leggi anche: Prodotti alimentari ritirati dal mercato perchè pericolosi per la salute, ecco la lista completa