Multa per chi guida scalzo o in infradito: è ancora così?

Guidare a piedi nudi o con ciabatte e infradito si infrange il codice della strada? vediamo tutte le novità

Ci si chiede ogni anno se guidare l’auto a piedi nudi o con ciabatte e infradito sia lecito.

Molte persone, dopo aver trascorso una giornata al mare, lasciano nel portabagagli un paio di scarpe per indossarle al rientro, per la paura di incorrere in multe in caso di controlli.

Ecco cosa è cambiato

Dal 1993 non esiste più la prescrizione specifica relativa al tipo di scarpa da utilizzare, mentre si è alla guida. Quindi l’automobilista è libero di indossare o meno le calzature che ritieni più idonee, non incombendo in nessuna multa. Ma deve anche autodisciplinarsi nel indossare un abbigliamento idoneo che non intralci la sicurezza della guida.

guidare con gli infradito

In caso di incidenti cosa cambia.

In caso di un incidente stradale, l’automobilista potrebbe incorrere in spiacevoli conseguenze, soprattutto con l’assicurazione. Infatti se le forze dell’ordine nel loro verbale dovessero dichiarare che la causa dell’incidente fosse stata l’assenza di calzature o l’inadeguatezza delle stesse a provocare il sinistro, le assicurazioni si potrebbero rivalere sul automobilista.

L’assicurazione potrebbe rivalersi sulla automobilista che ha provocato l’incidente perché non ha rispettato il codice della strada. Infatti gli articoli 140 e 141 del codice prevedono che l’automobilista debba avere un comportamento idoneo, tale da salvaguardare la sicurezza stradale. Il conducente debba poter svolgere tutte le manovre necessarie in condizioni di sicurezza soprattutto quello della frenata e entro i limiti del suo campo di visibilità. Se queste regole non siano state rispettate allora l’automobilista potrebbe incorrere a dover pagare i danni provocati agli altri veicoli e anche le spese mediche e i danni permanenti.

In caso in cui si fosse provocato anche danni a terzi con prognosi superiore ai 30 giorni allora si verificherebbero gli estremi per far scattare anche le previsioni penali sulle lesioni gravi, contenute nella legge sull’omicidio stradale.

leggi anche:

Autotrasportatore resta senza lavoro per un errore della Motorizzazione: ecco cos’è successo

Il Paese delle violazioni al Codice della strada. Preoccupante. Senza uscita?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.