Multe superiori ai 100 euro se si porta il cane ad urinare in strada

-
24/05/2019

E’ diventato reato penale, o almeno lo è sempre stato, far urinare il nostro cane in strada se non si pulisce con dell’acqua. Vediamo i dettagli.

Multe superiori ai 100 euro se si porta il cane ad urinare in strada

Si sa, il cane è il migliore amico dell’uomo, e non possiamo non prendercene cura quando ormai entra a far parte della nostra famiglia. E’ difficile incontrare una famiglia che non possiede un cane, ormai sono molti gli italiani che preferiscono di più avere un cane che magari un gatto, anche se c’è da ammettere che se la battono alla grande. Infatti, ci sono molti italiani che al migliore amico dell’uomo preferiscono il suo antagonista per eccellenze, il gatto, uno dei membri della famiglia dei felini.

Ma perché questo? Perché i gatti sporcano di meno rispetto ad un solo cane presente in famiglia, eppure, per evitare ciò, sono molti gli italiani che hanno l’abitudine di far fare una passeggiata in strada al loro cane, luogo dove inoltre il canino può anche fare i suoi bisogni, che non sono permessi in casa. Ma sembra che la storia debba cambiare per i nostri amici a quattro zampe: è diventato reato far fare la pipì al cane in strada. Vediamo meglio nel dettaglio la vicenda.

E’ severamente vietato portare il cane a fare la pipì fuori, il caso

Questa notizia nasce all’interno di una vicenda realmente accaduta nel nostro paese. Il protagonista della nostra storia è un 44enne di Torre del Benaco, luogo che si trova in provincia di Verona, il quale ha subito una multa di quasi 160 euro dalla polizia municipale. La causa? Ha permesso al suo cane di fare i suoi bisogni, per essere specifici, la pipì, in strada senza aver pulito dopo. Per pulito intendiamo che si chiedeva all’uomo di passare dell’acqua sul posto dove il cane ha fatto il suo bisogno.


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

Sulla questione si pronuncia anche Lorenzo Croce, il presidente dell’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, che ha commentato così:

“Se non ci fosse una persona che deve pagare quasi 160 euro di multa direi che tutto potrebbe concludersi con una grassa risata. L’associazione non lascerà passare inosservata questa follia amministrativa, se del caso ricorrendo al presidente della Repubblica”.

Ecco cosa prevede la legge

Lasciamo questa vicenda e allarghiamo il nostro raggio: secondo la legge, lasciar urinare il nostro cane in giro per la città, oppure sulle automobili, o anche sulle pareti di un edificio, può essere definito come reato di imbrattamento, quindi è un reato penale.
Infatti, il reato di imbrattamento è disciplinato dall’articolo 639 del codice penale, il quale presenta come sanzione una multa la quale ammonta a 103 euro. Ma la multa può anche arrivare a 1.000 euro il cane urina sia su beni immobili o mezzi di trasporto.

Non è finita qui: si può anche arrivare alla cifra di 3.000 euro, con la possibilità di arrivare alla detenzione da tre mesi ad un anno, se l’edificio imbrattato dal nostro cane è di interesse storico o artistico.

Come morale della storia vi lasciamo un consiglio da non sottovalutare: è bene portare con sé, quando portiamo il nostro cane a fare i suoi bisogni, una bottiglia di acqua per lavare la sua pipì, e un sacchetto di carta, per raccogliere i suoi escrementi.