Nadia Toffa: il cancro non è figo, l’ultimo saluto dell’imprenditrice che la criticò

-
16/08/2019

Dopo la morte di Nadia Toffa l’imprenditrice Catia Brozzi, che la criticò aspramente, le manda un suo ultimo pensiero.

Nadia Toffa: il cancro non è figo, l’ultimo saluto dell’imprenditrice che la criticò

La morte di Nadia Toffa non ha sconvolto solo i suoi amici e i suoi colleghi ma anche tutte le persone che hanno seguito la sua lunga lotta contro la malattia. Tra i tanti messaggi inviati dopo il decesso della presentatrice  molti hanno ricordato le dure critiche riservatele dall’imprenditrice Catia Brozzi. La donna, rispondendo a un post della Toffa con un lungo pensiero sui social divenne virale.

A febbraio 2018, infatti, dopo che Nadia Toffa aveva definito il cancro “un dono” per la forza che le aveva tirato fuori. Dura era stata la replica di Catia Brozzi che su Facebook aveva condiviso un lungo post in cui scriveva, tra le altre cose,
“I malati no, cara Nadia, loro non sono fighi e non credo neanche si sentano fighi. Sono solo PERSONE che vorrebbero essere trattate dai medici come tali e non come semplici casi da inserire nelle loro maledettissime statistiche, sono persone che non vorrebbero perdere la loro dignità, cosa alla quale invece sono condannate dal progredire della malattia”.“

Dopo la morte della conduttrice l’imprenditrice ha voluto condividere, questa volta non sui social ma tramite adnkronos, un pensiero:


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono

Non avrei mai voluto dedicarti queste righe…non così. Anche con te ha vinto lui! Tu Guerriera vera che con i tuoi sogni le tue speranze hai cercato di convincere il popolo italiano che ti segue che si può vivere con il cancro, che lui è figo! No Nadia non è figo e perdonami per la rabbia di quasi due anni fa ma avevo appena lasciato andare mamma e di figo nono c’era nulla.

Era appena morta mia madre e leggere che il cancro è figo mi fece arrabbiare molto. Il cancro non è figo, il cancro è merda!, sottolinea. “Anche con te ha vinto lui  tu guerriera vera che con i tuoi sogni le tue speranze hai cercato di convincere il popolo italiano che ti segue che si può vivere con il cancro che lui è figo!. No, non è così

Non è giusto quello che ti è accaduto, non è giusto che una donna giovane come te deve andarsene per il cancro. La mia rabbia oggi è maggiore perché avrei voluto dire: La Toffa aveva ragione…Null’altro da aggiungere…Perdonami se anche solo per un attimo mi hai trovato fastidiosa…