NAZIONALE: Di Biagio, grazie e addio

-
28/03/2018

Una delle partite più noiose di tutti i tempi.

NAZIONALE: Di Biagio, grazie e addio

L’UNICA COSA POSITIVA, AL TERMINE DI UNA DELLE PIU’ BRUTTE E NOIOSE PARTITE DI TUTTI I TEMPI, E’ IL RISULTATO!

Nemmeno i goal sono riusciti a dare qualche emozione.

Una furbata degli Inglesi il primo, una concessione del VAR il secondo.

Due squadre modestissime meritavano di essere subissate dai fischi dagli sportivissimi 84.000 di Wembley che hanno pagato anche un costoso biglietto.

La controprova è che la Spagna ha travolto l’Argentina che si era imposta per 2-0 su di noi.

Insigne e Jorginho sembravano i gemelli diversi di quelli del Napoli, totalmente diversi.

Se in Italia non abbiamo niente di meglio di Parolo e Zappacosta il futuro si presenta oscuro e nebuloso.

Il nuovo allenatore dovrà inventarsi un centrocampo, auguri.

Il gallo Belotti, per cui l’esoso Cairo chiedeva 100 milioni ora non ne vale più di venti, venticinque al massimo. ma non ci sarà la fila per acquistarlo.

Non chiamare il nuovo Balotelli (quello vecchio era giusto lasciarlo a casa) è stato l’ultimo degli errori di un CT senza idee e senza personalità, non lo rimpiangeremo come non abbiamo rimpianto Ventura, ormai per tutti diventato Sventura.

Ripartiamo dunque da Mancini ( perchè sarà lui il prossimo CT) e lasciamo a lui la patata bollente.