Niente tema di storia per la maturità 2019

Tante le novità per l’esame di maturità di quest’anno, una delle ultime interessa la materia didattica di storia. Già nei giorni scorsi erano giunte notizie che parlavano un netto taglio delle ore di storia nei nuovi Istituti professionali al debutto da quest’anno. Un’altra notizia che rende protagonista la materia, la vedrà abolita come tema da fare all’esame.

Cosa cambia?

Purtroppo, o per fortuna, per quanto riguarda le prove scritte, le tipologie proposte saranno tre e non più quattro com’è sempre stato. Ad essere eliminata è la prova di storia. Troveremo l’ambito storico rimane solo nel testo di tipo argomentativo (tipologia B), come già era presente nel saggio breve.

Perché il tema di storia è stato eliminato?

Bisogna dire che la traccia sul tema storico veniva scelta ogni anno da un numero esiguo di studenti. Nei dieci esami di Stato dal 2008 al 2017 , ben otto volte il tema storico è stato praticamente ignorato. Se la poniamo sull’aspetto numerico, si può dire che solamente il 3% dei maturandi ci si è cimentato. L’anno peggiore è stato l’anno 2010, dove il tema di storia aveva come traccia le ‘Foibe’. Da come si deduce dai dati, quindi, la prova storica è l’opzione meno scelta tra le settanta esaminate (tra analisi del testo, saggi brevi, temi di storia e d’attualità): ha provato a svolgerla meno di 1 su 100, lo 0,6%.

La storia non piace?

Se da una parte si può ammettere che per un bel numero di studenti la storia rappresenti una delle materie, se non la materia più noiosa, dall’altra parte c’è però un punto a vantaggio dei ragazzi. Infatti, molto spesso accade che i ragazzi  conservino la traccia di storia qualora fossero in difficoltà, ma quando poi si presentano all’esame e leggono cosa il tema di storia richiede loro, si sentono ancor di più in svantaggio. Questo perché è sempre capitato che il tema di storia trattasse argomenti relativi alla seconda metà del Novecento, spesso non affrontati in classe per mancanza di tempo e presentato comunque con documenti di difficile interpretazione, spesso non alla portata degli studenti. Spezzata la lancia a favore degli studenti, bisogna però dire che la storia è una delle materie più importanti da sapere, e non solo dal punto di vista didattico, ma grazie ad essa possiamo capire e conoscere il presente nel pratico.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.