Oggetti smarriti, statistiche e curiosità su quello che perdiamo e ritroviamo

Numeri alla mano, a tutti noi capita di perdere per sempre almeno un oggetto all’anno. Se ci pensiamo bene, non è nemmeno tanto, considerando che le statistiche dicono che tendiamo a spostare i nostri oggetti d’uso quotidiano per ben 9 volte nell’arco di una giornata.

Perdere un oggetto importante è capitato davvero a tutti. Di conseguenza, a tutti noi è capitato di perdere la testa per cercare di ricordare dove. L’infografica “Ho perso la testa!” che ti proponiamo a chiusura di questo articolo è a cura di AdHoc, brand specializzato in gadget per aziende, ed illustra proprio alcuni dati statistici relativi allo smarrimento ed al ritrovamento (si spera) degli oggetti. C’è poco da ridere, insomma: a quanto pare siamo un popolo di sbadati seriali!

Oggetti smarriti: diamo un po’ di numeri

Numeri alla mano, a tutti noi capita di perdere per sempre almeno un oggetto all’anno. Se ci pensiamo bene, non è nemmeno tanto, considerando che le statistiche dicono che tendiamo a spostare i nostri oggetti d’uso quotidiano per ben 9 volte nell’arco di una giornata.

Pensiamo ai classici oggetti d’uso comune, quelli che altrettanto comunemente tendiamo a perdere: chiavi, cellulari, penne, portafogli, occhiali. Ma se è vero che il cellulare fortunatamente suona, e dunque per ritrovarlo ci si può aiutare facendosi chiamare da qualcuno, per gli altri oggetti non vale lo stesso discorso. Anche se spesso ti sarà capitato di pensare che sarebbe fantastico se anche i tuoi occhiali da vista potessero suonare!

Perché perdiamo i nostri oggetti?   


Stando alle statistiche, la maggior parte degli oggetti smarriti si allontana irrimediabilmente dal nostro controllo nel mese di dicembre, di venerdì e sabato e nella fascia oraria intorno alle 18.00. Si tratta dei momenti dell’anno, della settimana e del giorno in cui generalmente allentiamo la tensione, ci rilassiamo in balia della stanchezza e perdiamo il controllo dei dettagli.

Se non vuoi smarrire i tuoi oggetti, insomma, non devi rilassarti troppo. E non solo: stress, stanchezza, mancanza di sonno e troppe cose da fare, sono i principali imputati di questi smarrimenti incontrollati!

Dove perdiamo i nostri oggetti con maggior frequenza?

I luoghi dove capita più frequentemente di smarrire gli oggetti sono i mezzi di trasporto (inclusi i taxi) e la propria casa. Quest’ultima sembra essere un vero e proprio buco nero: l’11% degli oggetti smarriti sono stati visti l’ultima volta proprio all’interno della propria abitazione, e 3 oggetti smarriti su 4 sono effettivamente ancora in casa, entro 1 metro da dove effettivamente dovrebbero essere.

Come fare a non perdere più i propri oggetti?

Il primo consiglio è quello di mantenere sempre la concentrazione e assumere uno stile di vita metodico, abitudinario e sistematico. Ergo, metti gli oggetti sempre negli stessi posti, e non li perderai mai. Facile a dirsi, ma forse difficile a farsi! Se hai bisogno di qualche trucco infallibile ed un po’ più efficace e sei uno “smarritore” seriale, puoi dotare i tuoi oggetti più importanti di un sensore GPS, proprio come faresti con la tua automobile. Oppure, personalizzarli in modo che risultino facilmente visibili ed individuabili a colpo d’occhio. Un modo efficace e divertente per ritrovare subito i tuoi oggetti e, perché no, per farteli restituire da chiunque li trovi per caso.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.