Ordine Amazon, al posto di un cappello arriva un pacco con droga a base di veleno di scorpione, scioccante

-
12/02/2018

Ordine di Amazzon, arriva un pacco con contenuto scioccante, al suo interno droga a base di veleno di scorpione, l’ordine invece era un cappello da sauna.

Ordine Amazon, al posto di un cappello arriva un pacco con droga a base di veleno di scorpione, scioccante

Amazon, una donna ordina un cappello da sauna e le arriva un pacco con contenuto scioccante, al suo interno droga a base di veleno di scorpione. Può succedere che ci possa essere uno scambio di pacchi e che questi finiscano da un destinatario diverso, o che ci venga consegnato un prodotto diverso da quello ordinato.
Ma questa storia sa dell’inverosimile.

Il caso Amazon

Lo scambio pacco è accaduto ad una donna americana e ci lascia alquanto stupiti e ci fa capire quanto la rete sia pericolosa e quello che può succedere.

La signora americana non ha solo ricevuto qualcosa di completamente, ma ha ricevuto qualcosa di totalmente illegale. La donna in questione è l’americana Meagan Day, che lavora per una rivista, voleva solo ordinare un copricapo da sauna su Amazon.

Dopo circa un mese arriva finalmente il pacchetto tanto atteso, ma con una sorpresa che la lascia senza fiato, il pacco conteneva una droga illegale in America: un veleno di scorpioni.

La reazione dell’acquirente e le giustificazioni di Amazon

Perplessa ha comunicato l’accaduto sui social: “In realtà, volevo solo sudare con stile e ora possiedo veleno di scorpione illegale. Immediatamente le giustifiche della società Amazon, che spiega: “sembra una confusione del venditore”, sul portale di Amazon SFGate in merito all’incidente.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Quello segnalato da Meagan Day, che poi il giorno dopo ha ricevuto il cappello da sauna richiesto, non è l’unico caso di consegna illegale, tramite piattaforme online.

Maggiori controlli

È evidente che nonostante la e l’evoluzione della logistica, il fenomeno delle consegne errate e dell’uso illegale di determinate prodotti, non viene frenato. Si deduce da tutto questo che bisognerebbe rafforzare i controlli, gli acquirenti si potrebbero trovare in guai seri.

La Web Tax non colpirà Amazon, ecco perchè si perdono milioni di gettito