Paragone choc Salvini-Hitler e non solo: il M5s lo paragona ad un “giullare”

-
10/08/2019

Su Radio3 è andato in onda il paragone choc Salvini-Hitler, ma non è il primo ed unico personaggio a cui il premier viene accostato.

Paragone choc Salvini-Hitler e non solo: il M5s lo paragona ad un “giullare”

In occasione della presentazione del libro “Sindrome 1933” di Siegmund Ginzberg è andato in onda su Radio3 un paragone inaspettato. Il conduttore del programma Fahrenheit, Graziano Graziani, ha azzardato un parallelismo tra il Ministro dell’Interno Matteo Salvini e il dittatore nazista Adolf Hitler. Per alcuni è stato eccessivo, per altri giusto. Le somiglianze ci sono davvero? Intanto, i paragoni continuano e stavolta è il M5s a paragonare Salvini ad un giullare.

Salvini come…

Durante la sua trasmissione, Graziano Graziani, presentando il libro “Sindrome 1933”, ha colto l’occasione per fare continui paragoni tra l’età dei totalitarismi e il populismo odierno.

“Il partito di Hitler di poco superava l’ 1%, poi nel 1930 ebbe il grande balzo e andò al 17% e nel ’32 raggiunse il 34%: una percentuale non molto dissimile da quella che ha avuto la Lega a queste Europe.”

Questa è la frase che più ci fa pensare. Graziani sostiene infatti che sia il nazismo che il leghismo hanno fatto leva sulle promesse di tranquillità, ordine e moralità. Per i nazisti gli ebrei erano il nemico, per il leghismo lo sono stati prima i meridionali, adesso i migranti.

Oggi, quindi, secondo Graziani, la situazione è simile, se non identica, a quella di una dittatura degli anni ’30. Ed il paragone emerge chiaramente: Salvini, leader dei leghisti, come Hitler, leader dei nazisti. Il conduttore della trasmissione ha avuto poi modo di chiarirsi, puntualizzando che: “Dire che Salvini è come Hitler e che Di Maio gli assomiglia sarebbe una sciocchezza. Però ci sono delle somiglianze, delle analogie.”


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Non è la prima e ultima volta in cui il Ministro viene paragonato ad un personaggio famoso e non. In questi giorni, con l’avvento della crisi di Governo, è stato il M5s a paragonare Salvini ad un “giullare”.  E adesso, con la frase diventata celebre in pochi giorni da lui pronunciata (“Chiediamo i pieni poteri perché vogliamo assumere le piene responsabilità”), in molti lo stanno paragonando a Mussolini. Molte, infatti, sono le analogie, seppur casuali, con i discorsi tenuti dal leader fascista durante la sua dittatura.

Ti potrebbe interessare anche: Reddito di cittadinanza: se il Governo cade quali saranno le conseguenze?