Pensione: quando si può andare in pensione di vecchiaia e anticipata?

-
20/03/2018

Requisiti richiesti per l’accesso alla pensione di vecchiaia e a quella anticipata.

Pensione: quando si può andare in pensione di vecchiaia e anticipata?

Per andare in pensione si devono maturare i requisiti necessari a livello anagrafico e contributivo.

Esistono diversi tipi di pensione, escludendo le pensioni dedicate ad alcune categorie di cittadini come ad esempio i disabili, i lavoratori precoci, i lavoratori addetti alle mansioni usuranti, alcune categorie speciali di lavoratori.

In questo articoli ci limiteremo ad illustrare quelli che sono i requisiti di accesso per la pensione di vecchiaia e per quella anticipata, ovvero i due tipi di quiescenza che interessano la maggior parte dei lavoratori.

La pensione di vecchiaia

Dal 1 geannio 2018 al 31 dicembre 2018 si può accedere alla pensione di vecchiaia con 20 anni di contributi e 66 anni e 7 mesi di età.

Dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2020, invece, fermi restando i 20 anni di contributi richiesti, l’età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia aumenta a 67 anni.

Pensione anticipata

Alla pensione anticipata si può accedere intipendentemente dall’età anagrafica dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

Dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2020, invece, i contributi necessari aumenteranno a 43 anni e 3 mesi per gli uomini, e 42 e 3 mesi per le donne.

Per gli anni successivi al 2020 si dovrà attendere, per eventuali aumenti dell’età anagrafica e dei contributi richiesti ad adeguamenti all’aumento della speranza di vita Istat.