Per usare il cellulare serve il patentino? Per la scuola sì

-
15/11/2019

Tutti i docenti delle scuole superiori dovranno affrontare un corso sull’uso dei cellulari a scuola, per poi traferire quanto appreso ai loro studenti.

Per usare il cellulare serve il patentino? Per la scuola sì

Il cellulare è entrato a far parte delle nostre vite a 360°, lo portiamo ovunque: dalla cena con gli amici al lavoro, al cinema col fidanzato a casa di una famigliare. E soprattutto a scuola! La scuola è il luogo dove il cellulare non dovrebbe proprio essere preso, e infatti fino a poco tempo fa era severamente vietato portarsi il cellulare ed usarlo durante le ore di lezione o addirittura durante la ricreazione. In effetti, il cellulare distrae tantissimo lo studente e non permette al professore di essere ascoltato. Non parliamo poi di quando viene usato al fine di screditare chi si trova dietro la cattedra. Comunque, il cellulare c’è e non ha intenzione di abbandonare il pianeta scuola e così la scuola stessa ha deciso di rimodernarsi un po’. In tal caso, è stato presentato un progetto col nome “Un patentino per lo smartphone” rivolto non agli studenti, mai ai docenti affinché essi imparino ad usare il cellulare. Il progetto a sua volta fa parte del programma “Scuole che promuovono salute”  del Piano regionale della prevenzione. Vediamo di cosa si tratta.

A scuola con il cellulare, in arrivo il patentino per i professori

Riallacciandoci a quanto abbiamo detto sopra, i destinatari di questo progetto non sono gli studenti che sanno ormai ben usare il cellulare, ma i loro docenti.

Ovviamente anche loro avranno una vita privata nella quale l’uso del cellulare ha un’ampia funzione, ma piuttosto con questo patentino dovranno imparare ad usarlo come uno strumento elettronico ricco di contenuti.

Quando poi il corso sarà finito, i docenti dovranno trasferire quanto hanno appreso ai loro studenti delle diverse scuole superiori.

Grazie ai loro professori, i ragazzi verranno aiutati a navigare negli ambienti digitali in sicurezza.

Una volta terminato il loro corso, gli insegnanti inizieranno a lavorare con i propri studenti agli inizi di dicembre e l’esperienza terminerà solo a marzo, momento in cui verrà rilasciato agli stessi studenti  un patentino, avuto grazie ad un esame che si svolgerà  prima che il corso finisca.


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo

Infine, un’ultima notizia che si aggiunge è che a maggio è previsto un evento pubblico per la consegna dei patentini alla quale potranno partecipare anche le  famiglie.

 

Leggi anche:

Scuola: cosa dice il Garante sull’uso dei cellulari in classe?