Perché la mimosa si regala nel giorno dell’8 marzo? Storia e curiosità

Perché è la mimosa ad essere il simbolo della Giornata della Donna e non altri fiori, come magari la rosa? Scopriamo le sue caratteristiche e la sua storia.

Qualcuno avrebbe potuto pensare alla rosa come fiore per la Festa della Donna, un fiore usato moltissimo e soprattutto per omaggiare la partner in più delle volte. E invece è stata scelta la mimosa come fiore per la Festa della Donna. Ma perché è stata scelta per tale occasione? Qual è il suo significato? Di che origine è tale usanza? Scopriamolo insieme.

1977, la giornata della Donna diventa internazionale

E’ da questa data che in tutto il mondo le donne si uniscono in un solo giorno con manifestazioni e festeggiamenti per ricordare le lotte sociali e politiche per essere considerate alla pari dell’uomo. Ma c’è da dire che l’usanza del regale la mimosa è italiana.

La mimosa, simbolo delle donne

Perché tale fiore è simbolo di tale festa? Facciamo un passo indietro fino al 1946, quando due donne iscritte all’UDI, Unione donne italiane, Rita Montagnana, moglie di Palmiro Togliatti, e Teresa Mattei, proposero proprio la mimosa come simbolo della Festa della Donna. Tutte le donne dell’UDI accettarono la proposta. Ma c’è del ragionamento dietro a questa scelta. Infatti, la mimosa è l’unico fiore che fiorisce a marzo ed è economico, nonostante il mercato ha aumentato il prezzo del fiore proprio per l’occasione.
Eppure furono proposti altri fiori come simbolo di questa festa: parliamo di anemoni e garofani, che però arrivarono al secondo e al terzo posto. La mimosa è proprio come la donna: è un fiore che riesce a crescere anche se piantata in terreni ostici, nonostante la sua fragilità apparente.
L’unica cosa negativa di questo fiore è la sua durata: infatti essa è molto breve. Ma possiamo dare delle dritte per far sì che il fiore possa sopravvivere alla festa stessa. Infatti, consigliamo di curare la mimosa con due gocce di limone in acqua limpida e tanta luce. Provare per credere!

Sciopero 8 marzo 2018 trasporti pubblici: bus, treni e aerei a rischio, orari protesta e fasce di garanzia

Sciopero 8 marzo #nonunadimeno: come partecipare

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.