Personale ATA, gli stipendi scuola più bassi del 2019 sono i loro

Quanto percepisce chi lavora come personale ATA all’interno di una scuola? Secondo un documento della Cisl Scuola, davvero troppo poco.

Grazie alla pubblicazione di un documento realizzato da parte della Cisl Scuola, sono emerse le vere retribuzioni del personale ATA fino al mese di marzio 2019. Sono stati tenuti in considerazione gli importi lordi e tutti i benefici che derivano dai contratti. Da tale documento è emerso che gli stipendi più bassi nel settore della scuola sono proprio quelli del personale ATA, grande braccio destro e grande presenza nella scuola.

Personale ATA, stipendi giusti?

Per quello che è emerso da tale “ricerca” si sa che nella retribuzione di questo mese di marzo 2019 verrà compreso anche l’elemento perequativo previsto dal CCNL fino al 31 dicembre 2019 e che con l’approvazione della legge di bilancio per il 2019 verrà confermato fino al successivo rinnovo del contratto. Intanto, sappiamo che Ministero ci tiene a ricordare che a partire dal mese di aprile 2019 gli importi del personale ATA saranno incrementati con la presenza dell’Indennità di Vacanza Contrattuale, la quale è stata stabilita in misura dello 0,70% dello stipendio tabellare dall’1 luglio 2019 e del 0,42% dello stipendio tabellare fino al 30 giugno 2019.

Ma a stando a fatti concreti, nella realtà il personale ATA percepisce uno stipendio mensile davvero molto basso se confrontato con le ore di lavoro svolte. Facendo due conti, si sa che collaboratore scolastico appena assunto, nella media, guadagna circa 1.300 euro lorde, a differenza di chi svolge il ruolo di assistente amministrativo, il quale percepisce 1.500 euro circa. Tali cifre, se trasformate al netto, diventano rispettivamente in 1.000 e 1.200 euro.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.